...

È stato uno dei migliori pescatori sportivi italiani, per anni ai vertici anche a livello internazionale. Verrà ricordato anche per questo Luigi Scatassi, scomparso nel pomeriggio di mercoledì 31 marzo dopo una lunga malattia che ha affrontato con forza, coraggio e con quella grande dignità che è sempre stata parte integrante del suo stile di vita.



...

Non si trattava soltanto di soldi. Perché aveva appena trovato lavoro, e senza documenti non avrebbe potuto firmare il contratto. Per questo, pur di avere indietro il suo portafogli, sarebbe anche stato disposto a pagare. L’aveva detto a chiare lettere anche al ragazzo che aveva appena conosciuto sull’autobus tornando dal colloquio. E non senza un motivo: sospettava, infatti, che fosse stato proprio lui a rubarglielo. E aveva ragione, tanto che poco dopo il ladruncolo ha tentato di ricattarlo.


...

Si presentava ogni mese, puntuale, con circa 35 grammi di droga pronta per essere consegnata. E non si trattava del classico pusher della porta accanto, ma di una sorta di ‘professionista’ in trasferta che attraversava la Romagna per far recapitare lo stupefacente tra Fano, Mondolfo e i dintorni di Pesaro. Tutto questo sotto falso nome. Anche perché, senza inventarsi un alter ego, sarebbe già probabilmente finito in carcere da un po’.