Torna a Pesaro il grande violoncellista Giovanni Gnocchi con la Sinfonica Rossini

3' di lettura 17/04/2024 - Si avvia verso gli ultimi appuntamenti la Stagione Sinfonica che l’Orchestra Sinfonica G. Rossini ha organizzato per festeggiare i trent’anni di attività, denominata “Maxi”, sia per il numero di concerti proposto rispetto agli anni precedenti, sia per la presenza in cartellone di grandi organici orchestrali, grandi direttori d’orchestra, grandi repertori interpretati dalle prime parti soliste OSR e, naturalmente, grandi solisti:

il concerto di venerdì 19 aprile 2024 ore 21.00 al Teatro Rossini di Pesaro abbraccia tre di queste categorie, perché vede il graditissimo ritorno del celebre violoncellista Giovanni Gnocchi in veste di solista, mentre la bacchetta è quella del giovane direttore ospite principale OSR Riccardo Bisatti e la compagine è naturalmente OSR nella sua veste più sinfonica.

Se a Capodanno la “grande” solista è stata la pianista pluripremiata Leonora Armellini, in questa occasione è l’affascinante voce del violoncello a ricoprire il ruolo più importante della serata, suonato dalle sapienti mani di Gnocchi, che dopo un debutto da solista in concerto assieme a Yo-Yo Ma (“giovane meravigliosamente pieno di talento, darà un grande contributo alla musica ovunque egli vada”), ha cominciato una luminosa carriera, in continua ascesa, che, oltre ad un’incessante attività solistica, lo ha portato a ricoprire ruoli di primo violoncello presso Camerata Salzburg, Royal Philharmonic Orchestra di Londra e Lucerne Festival Orchestra di Claudio Abbado. Come docente è Univ. Professor all’Universität Mozarteum di Salisburgo.

Giovanni Gnocchi interpreterà una pagina per violoncello e orchestra che, in quanto a difficoltà tecnica e virtuosismo richiesto al solista, ha pochi eguali nel repertorio di questo strumento: la Sinfonia Concertante per violoncello op. 125 del compositore russo Sergej Sergejevic Prokof’ev (1891-1953), che pochi solisti al mondo si arrischiano ad eseguire dal vivo, tra i quali naturalmente Gnocchi.

La Sinfonia Concertante nasce come “Primo concerto per violoncello op. 58” (1938) e non riceve una calda accoglienza, perché già in quella versione il solista dell’epoca mostrava evidenti difficoltà nel padroneggiare l’impervia partitura: grazie all’amicizia stretta dal compositore, Prokof’ev, con il sommo virtuoso violoncellista Mstislav Rostropovič il concerto viene riscritto tra il 1950 e il 1952 approfittando della virtuosa sinergia tra autore ed esecutore. Il nuovo concerto prende il nome di Sinfonia Concertante e vede la luce pochi mesi prima che il compositore spiri per un collasso vascolare nella sua Mosca nel 1953, alla vigilia del sessantaduesimo compleanno.

Completa il programma della serata una pagina sinfonica di Johannes Brahms, autore tedesco a cui la Rossini ha dedicato un ciclo. L’Ouverture Tragica op. 81 che verrà eseguita fu composta da Brahms nel 1880 ed è strettamente legata alla sorella “Ouverture per una festa accademica” non solo perché sono state composte praticamente in contemporanea, nel periodo brahmsiano esattamente a metà delle quattro celebri sinfonie, ma perché nelle intenzioni dell’autore dovevano essere un duo equilibrato, come le maschere del teatro classico che simboleggiano la commedia e la tragedia. La Tragica naturalmente è la versione musicale della tragedia lirica e lo stile riassume molto bene l’animo malinconico e austero di uno dei più grandi compositori della Storia.

La Stagione Sinfonica “Maxi” della Rossini riceve per il cartellone pesarese il sostegno di istituzioni pubbliche, il Ministero della Cultura (attraverso il Fondo Unico per lo Spettacolo, capitolo ICO prima istanza), la Regione Marche e il Comune di Pesaro, e di sponsor privati, tra cui Xanitalia (main sponsor, iniziativa “Xanitalia per il territorio”) e Amplifon.

In virtù della speciale sinergia tra Orchestra e Conservatorio pesaresi, agli allievi del Conservatorio Rossini di Pesaro è riservata una speciale promozione: ogni iscritto potrà infatti acquistare 1 biglietto per il concerto del 19 aprile alla tariffa ridotta under 18 (5 euro) presentando il tesserino in biglietteria.

Maggiori informazioni sul sito della Rossini www.orchestrarossini.it






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-04-2024 alle 12:38 sul giornale del 18 aprile 2024 - 272 letture

In questo articolo si parla di attualità, orchestra sinfonica g. rossini, musica pesaro, gioachino rossini, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/eY2y





logoEV
logoEV
qrcode


.