Il Comune dimezza la Tari alle famiglie in difficoltà

4' di lettura 17/04/2024 - L’Amministrazione torna a sostenere le famiglie pesaresi in difficoltà per il pagamento della TARI, «i beneficiari del bando 2024, pagheranno solo metà della bolletta». È quanto previsto dal Fondo Anticrisi 2024 del Comune, che destina i 300mila euro «a un’operazione straordinaria che dà sostegno ai nuclei bisognosi del territorio dimezzando la tassa sui rifiuti».

Ad annunciarla, l’assessore alla Solidarietà Luca Pandolfi e l’assessore al Rigore Andrea Nobili. «Torniamo in campo alleggerendo i cittadini di metà della bolletta sui rifiuti, per non lasciare indietro nessuno». Il Comune, aveva stanziato 200.000 euro per il Fondo Anticrisi TARI 2024; con l’ultima variazione al Bilancio dell’8 aprile l’ha aumentato portandolo a 300mila euro. «Una cifra che ci consente di dare sostegno a coloro che stanno subendo il perdurare della crisi economica connessa alla crisi climatica, energetica ed economica globale nonché dalla situazione geo-politica sempre più condizionata da guerre e conflitti. Un contesto che ha svelato nuove fasce emergenti di nuclei in condizione di fragilità economica, che rischiano di trasformarsi in nuove povertà», sottolineano Pandolfi e Nobili.

«Le famiglie, grazie al fondo, pagheranno solo due delle quattro rate previste. È un intervento che rientra nella visione del Comune, da sempre attento alle fasce più bisognose, a cui cerchiamo di dare risposta con interventi come quello del Fondo Anticrisi, che anche quest’anno abbiamo inserito nel bilancio di previsione a inizio anno, come voce ben indicizzata e stabilizzata, da garantire anche negli anni futuri. Una scelta non scontata che dà un segnale chiaro della sensibilità dell’Amministrazione alle necessità delle famiglie e che si va ad aggiungere agli altri interventi attivati dai Servizi sociali del Comune» precisano Pandolfi e Nobili che poi aggiungono: «Quella adottata da anni dall’Amministrazione per il “modello pesarese”, è un’impostazione seria, segnata dalla condivisione, dello stare insieme e insieme affrontare i temi del sociale nel territorio». Un modello che, nelle due legislature Ricci, «ha destinato, tramite il Fondo Anticrisi, oltre 2 milioni di euro sul territorio, assicurandone una continuità preziosissima per il sistema del welfare».

«Insieme al Comune - sottolineano Roberto Rossini, segretario generale Cgil Pesaro e Urbino; Anna Baldella, Cisl e Fnp Cisl Pesaro-Urbino; Maria Grazia Tiritiello, segretaria regionale Uil Marche - abbiamo condiviso la linea di destinazione dei contributi; dare una risposta più sostanziosa sulla TARI, permette di coprire un bisogno quotidiano delle famiglie pesaresi, che danno difficoltà ad avere un reddito sufficiente a coprire un costo della vita cresciuto enormemente negli ultimi anni». L’auspicio, per le organizzazioni sindacali, è che «La prossima amministrazione conservi il patrimonio politico-sociale-storico di costruzione di una piattaforma condivisa delle politiche sociali che si pone obiettivi concreti e molto misurabili, è l’unica che assicura una gestione virtuosa della “cosa pubblica”».

L’intervento è volto ad agevolare il pagamento della tassa, relativa all’abitazione di residenza, ai nuclei familiari che rientrano nei requisiti economici che saranno indicati nel bando che sarà pubblicato ad agosto.

Per accedere al beneficio, gli utenti intestatari TARI - rifiuti domestici, riferiti all’abitazione di residenza, potranno presentare domanda, con modalità telematica, accedendo ai Servizi Online pubblicati nel sito del Comune di Pesaro. I richiedenti dovranno dimostrare di possedere i requisiti per l'accesso al beneficio, di essere in regola con i versamenti Tari delle annualità precedenti e di aver provveduto al pagamento delle prime due rate con scadenza 16 giugno e 16 agosto 2024. Anche per questo Pandolfi e Nobili ricordano alle famiglie interessate, di «scegliere di pagare la tassa nella forma rateizzata e saldare le prime due rate prima di fare domanda al bando».

Il contributo verrà erogato agli aventi diritto fino e non oltre all'esaurimento dei fondi; in caso non siano sufficienti a coprire tutto il fabbisogno, si procederà con la formazione della graduatoria sulla base dell’Isee, in ordine crescente, con priorità in caso di parità ai nuclei con più componenti e, in caso di parità, a quelli con il maggior numero di minori con età non superiore a 10 anni (in caso di ulteriore parità si procederà tramite sorteggio).

Il bando verrà pubblicato nel mese di agosto, per consentire il pagamento delle prime due rate Tari 2024, prima di tale data il sito on line non consentirà la presentazione della domanda. Per informazioni sul bando rivolgersi al numero 0721.1747916 o scrivere alla mail: bandiservizisociali@comune.pesaro.pu.it; per informazioni sui versamenti TARI all’ufficio Tributi chiamando il numero 0721.1743463/288 o scrivendo a tributi@comune.pesaro.pu.it.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-04-2024 alle 17:03 sul giornale del 18 aprile 2024 - 620 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, Comune di Pesaro, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/eY7l





logoEV
logoEV
logoEV
qrcode


.