Cinque anni con Orchestra Olimpia: il 17 aprile concerto di gala al Teatro Rossini

Orchestra Olimpia 6' di lettura 15/04/2024 - Sono trascorsi cinque anni da quando Orchestra Olimpia fece il suo debutto a Pesaro, in un concerto in occasione della Giornata internazionale della Donna che sancì da subito la cifra di questa realtà tutta al femminile nata da un’idea di Roberta Pandolfi e Francesca Perrotta: musica e impegno sociale e civile.

Mercoledì 17 aprile, alle 21, Orchestra Olimpia tornerà sul prestigioso palcoscenico del Teatro Rossini di Pesaro per festeggiare con un Concerto di gala i primi intensi cinque anni di attività.

«È un compleanno per noi importante – dicono la direttrice artistica Roberta Pandolfi e la direttrice musicale Francesca Perrotta –, che celebra la missione che ci siamo date con Orchestra Olimpia, promuovere le figure femminili in ambito musicale, dedicandoci al contempo alla divulgazione del repertorio classico e contemporaneo in sinergia con le arti performative, all’organizzazione di eventi a scopo caritatevole, per la sensibilizzazione sulla parità di genere ed a sostegno del diritto agli studi musicali e dei diritti umani. Un viaggio intenso ed emozionante, durante il quale non siamo mai state sole, perché ci hanno accompagnato le artiste, oltre cento, che hanno collaborato con noi, giovani talenti e affermate professoresse d’orchestra provenienti da tutta Italia ma anche dall’estero, e le tante realtà che in questi anni ci hanno dato fiducia, a partire dalla Città di Pesaro».

Durante il Concerto di gala Orchestra Olimpia sarà diretta da Francesca Perrotta, con numerosi ospiti italiani e internazionali. In particolare, si esibiranno l'Ensemble Women’s creative - Llirìa City of Music, la violinista Anastasiya Petryshak, una delle più acclamate della sua generazione e per la prima volta a Pesaro, la violoncellista Jihyun Oh, solista coreana perfezionatasi in Germania, il Coro Polifonico Malatestiano di Fano. Roberta Pandolfi salirà sul palco come solista al pianoforte.

L'apertura della serata è affidata all'Ensemble Women’s creative - Llíria City of Music. L'Ensemble, costituito da Inma Fraile al flauto, María Galán al violino, Amparo Esteve alla viola e Rocío Puchol al pianoforte, proporrà Tema e Variazioni op. 80 per flauto e quartetto d'archi, var. I-II-VI di Amy Beach e Oblivion di Astor Piazzolla.

A seguire Orchestra Olimpia eseguirà il Concerto triplo in do maggiore op. 56 di Beethoven con le soliste Petryshak, Oh e Pandolfi.

Nella seconda parte della serata, Orchestra Olimpia e il Coro Polifonico Malatestiano, quest'ultimo diretto dal maestro Francesco Santini, proporranno in prima esecuzione italiana Letter from Abigail di Julia Wolfe.

Durante la serata ci saranno interventi poetici di Francesca Merloni, Unesco Goodwill Ambassador for Creative Cities.

Il Concerto di gala è realizzato in collaborazione con il Comune di Pesaro e con il sostegno di RivieraBanca.

I biglietti per l'evento di mercoledì 17 aprile, ore 21 al Teatro Rossini, in piazza Lazzarini 1 a Pesaro, sono disponibili sul circuito Vivaticket, presso i rivenditori autorizzati e al botteghino del Teatro Rossini. Biglietti: intero a 20 euro; soci Olimpia a 15 euro; ridotto under 25 a 5 euro; bambini da 0 a 12 anni gratuito. L'acquisto online prevede un diritto di prevendita.

«Llíria – spiega Perrotta – è una cittadina spagnola alle porte di Valencia e che, come Pesaro, fa parte della rete delle Città Creative Unesco, più precisamente come Città della Musica. Lo scorso luglio, Orchestra Olimpia è stata protagonista di un concerto tenutosi al Conservatorio di Llíria ed ora siamo liete di ospitare le artiste spagnole che apriranno la serata di gala con due brani in quartetto, unendosi poi a Orchestra Olimpia per il resto del concerto. Ringraziamo il Comune di Pesaro, Turiart di Marta Templado e Rossella Lucarelli per aver operato affinché il gemellaggio tra Pesaro e Llíria prendesse forma».

«Nel programma del Concerto di gala – commenta Roberta Pandolfi – abbiamo inserito i brani di Amy Beach e Julia Wolfe, per celebrare il talento di queste due straordinarie compositrici, alle quali abbiamo dedicato due puntate del podcast DiClassica. Quest'ultimo è una produzione di Pesaro 2024 - Capitale italiana della cultura e Orchestra Olimpia, che racconta la vita e l’opera di otto musiciste e compositrici degli ultimi due secoli, legate alla musica colta. Per chi volesse ascoltare DiClassica, le puntate sono disponibili gratuitamente sulle piattaforme Spotify, Apple music, Amazon music, Rss.com, sul sito di Orchestra Olimpia https://orchestraolimpia.com/podcast/diclassica/».

«In questi anni – dicono Pandolfi e Perrotta – siamo cresciute molto e per il futuro abbiamo grandi progetti. Per questo ci auguriamo di avere al nostro fianco mecenati e filantropi sensibili e visionari, che desiderino sostenere il nostro sviluppo e la nostra crescita».

«È una bellissima sensazione salutare i primi cinque anni dell'Orchestra Olimpia, avendo avuto l'opportunità di essere testimone dei primi passi mossi con questo progetto, inizialmente timido ma determinato come sanno essere i progetti nati al femminile con una base veramente solida, che era quella di creare un progetto che in Italia non esisteva. Un progetto che ha dato un grande contributo non solo di visibilità, ma anche di senso, prima a Pesaro Città della Musica poi al riconoscimento di Capitale della Cultura avendo Orchestra Olimpia partecipato ad alcuni dei momenti chiave, dal dossier all'audizione fino all'inaugurazione con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Ora, sempre in chiave Unesco, siamo lieti di presentarci con un progetto di rete che ci collega a Llíria in Spagna, con un'altra esperienza anche qui al femminile e che dà il senso del networking e del collegamento tra culture, popoli, tecniche e artisti attraverso la musica», commenta Daniele Vimini, Vice Sindaco del Comune di Pesaro.

«Far conoscere la provincia di Valencia attraverso la musica, in una città peculiare come Pesaro, quest’anno Capitale italiana della Cultura, ci riempie di orgoglio. Tanti sono gli aspetti storici e culturali che accomunano le nostre nazioni, ed è sempre un piacere poter appoggiare e sostenere queste attività di scambio e crescita reciproca», osserva Remedios Mazzolari Tortajada, Vice Presidente della Diputación de Valencia.

«Siamo felicissimi di poter portare i talenti musicali della città di Llíria a Pesaro, anch’essa City of Music dell’Unesco. Sarà un onore per le nostre musiciste esibirsi nel prestigioso Teatro Rossini accanto all’Orchestra Olimpia, che abbiamo avuto il piacere di ospitare a luglio scorso», aggiunge Francisco Garcia, Assessore al Turismo del Comune di Llíria.

«È un onore e un grandissimo piacere essere presente ad un evento così speciale e a lungo pensato, che unisce, in questo anno di Pesaro Cultura, due Città Creative peculiari e fortemente protagoniste nel campo musicale. Sono da tempo compagna di strada dell’Orchestra Olimpia, convintamente vicina al loro committment, portato avanti con tenacia, sapienza e grazia e che ancora una volta darà luce a una serata che ci emozionerà e ci farà profondamente ascoltare», conclude Francesca Merloni, Unesco Goodwill Ambassador for Creative Cities.


   

da Orchestra Olimpia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-04-2024 alle 15:08 sul giornale del 16 aprile 2024 - 504 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, pesaro, comunicato stampa, orchestra olimpia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/eYHz





logoEV
logoEV
qrcode


.