Valsugana amara per la Fiorini Rugby Pesaro

Valsugana amara per la Fiorini Rugby Pesaro 2' di lettura 03/03/2024 - Sul campo del Valsugana si interrompe la striscia positiva della Fiorini Pesaro Rugby che non riesce a bissare il successo dell’andata. I veneti hanno la meglio per 35-17 lasciando i kiwi a mani vuote.

La formazione pesarese inizia con grinta il primo tempo portandosi in attacco e segnando rapidamente una meta frutto del lavoro congiunto di Riccardo Dell’Acqua e Niccolò Oretti, entrambi all’esordio da titolari. Con un bel break Dell’Acqua sfugge tra i centri e allarga per Oretti che schiaccia la palla in meta (0-7). Valsugana prende il sopravvento in mischia chiusa mettendo in difficoltà i giallorossi che perdono concentrazione. Pesaro fatica a uscire dalla sua area, Valsugana cinica punisce ogni errore degli avversari mettendo a segno 3 mete che portano il punteggio sul 17-7.

Nel secondo tempo la Fiorini prova a ripartire ma Valsugana blocca subito le ambizioni giallorosse segnando la 4° meta che spegne la formazione pesarese (22-7). I kiwi faticano a rientrare in partita e Valsugana riesce a mantenere sempre il controllo. Dopo una bella multifase giallorossa nei 22mt veneti i kiwi guadagnano un calcio di punizione e Joubert non si fa trovare impreparato (22-10). I padroni di casa mantengono il controllo del gioco e mettono ulteriore distanza nel punteggio (32-10). Pesaro continua a provarci; entra nella metà campo avversaria, con pazienza guadagna metri con un gioco di pick and go, Santino Franco trova il giusto spiraglio e segna la seconda meta (32-17). Valsugana non si accontenta e con un calcio di punizione chiude il match sul 35-17.

«Di buono oggi c’è solo che, visti i risultati degli altri campi, questa sconfitta non incide troppo negativamente sulla nostra classifica. – Non nasconde la delusione il tecnico giallorosso Paolo Panzieri – Dopo i primi minuti di gioco, in cui abbiamo giocato bene e rispettato il piano di gioco, ci siamo spenti. Penso sia stata la peggior partita di questa stagione. Non hanno aiutato le assenze e il campo pesante, abbiamo subito il loro peso in mischia, ma non è un alibi. Le touche non hanno funzionato, le scelte non sono andate bene. Sicuramente abbiamo fatto un passo indietro rispetto alle ultime partite, soprattutto a livello mentale. Ci aspettavamo di più da questa trasferta».

Adesso c’è una domenica di pausa, poi la sfida con Viadana, su cosa dovrete lavorare? «La pausa ci serve, i ragazzi hanno bisogno di rifiatare dopo queste 4 partite. Dovremo lavorare sull’idea di gioco e su cosa fare in determinate situazioni. È un lavoro a 360°. Dopo questa partita c’è da rilavorare un po’ su tutto. Sfrutteremo questa pausa per ricaricare le pile sia a livello fisico che mentale per affrontare al meglio le prossime partite».

Vuoi ricevere le notizie più importanti di Vivere Pesaro in tempo reale su WhatsApp o Telegram? 
Per WhatsApp vai su https://whatsapp.com/channel/0029VaE9I7zHbFVAsvutVI2Z e clicca su "iscriviti" 
Per Telegram vai su https://t.me/viverepesaro e clicca su "unisciti"


Per segnalazioni invia il tuo messaggio su WhatsApp al 371.6438362 oppure via mail a pesaro@vivere.it






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-03-2024 alle 21:01 sul giornale del 04 marzo 2024 - 204 letture

In questo articolo si parla di sport, rugby, pesaro, Pesaro Rugby, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/eSjq





logoEV
logoEV
qrcode


.