Le soluzioni Open Source della pesarese Nethesis crescono in doppia cifra anche nel 2023

Open Source Nethesis 3' di lettura 02/02/2024 - Nethesis si confermamaggiore produttrice italiana di soluzioni ICT business per imprese di ogni tipologia, originate da codice Open Source.

Chiude il bilancio 2023 confermando il suo costante trend di crescita in doppia cifra aumentando dell’11% il suo fatturato rispetto al 2022, superando per la prima volta quota 5 milioni di euro. Importante anche la crescita sul mercato italiano con 5.500 nuovi clienti e l’apertura di nuove 60 partnership commerciali italiane e internazionali.Nethesis arriva così a seguire più di 35mila aziende e conferma il suo ruolo di realtà leader italiana nella fornitura di soluzioni per gestire in tempo reale il flusso di informazioni, dati, richieste e messaggi di PMI, grandi aziende, PA, coprendo completamente i campi di Cybersecurity, telefonia VoIP, Smart Working grazie ai suoi sistemi NethSecurity 8, NethServer 8 e NethVoice.

“Vent’anni fa quando abbiamo iniziato l’avventura aziendale di Nethesis, scegliemmo di operare non su software proprietari ma da fonte aperta. Nel nostro DNA c’è il lavoro collettivo,di rete. Abbiamo scelto di crescere mantenendo questo spirito al nostro interno soprattutto nella relazione e nella costante collaborazione con tutti i nostri clienti. Il nostro claim è semplice: Open is Better – spiega Cristian Manoni, uno dei tre fondatori dell’azienda e attuale CEO Nethesis – lavoriamo ogni giorno tra codici, algoritmi e ci confrontiamo con le nuove applicazioni dell’intelligenza artificiale, ma consideriamo importante rimanere con i piedi ben piantati a terra. Così nei nostri NethCamp, momenti in cui tutte le 40 persone del nostro staff si confrontano sui nostri nuovi progetti, inseriamo anche situazioni apparentemente ludiche, come il corso di piadina con vere azdore romagnole”.

È quanto accaduto la scorsa settimana a Riccione nel NethCamp, svoltosi nelle sale espositive di Piadina Experience, durante il quale ITC, AI e ricerca informatica si sono coniugate con la regina della tavola romagnola e un vero e proprio nuovo modo di vivere l’azienda e i rapporti interni ed esterni a Nethesis.

La prima parte del pomeriggio è stata dedicata agli aggiornamenti delle soluzioni ICT. Lucia Amatori, UX Designer, la figura che analizza e interpreta il comportamento, le dinamiche e il contesto con cui gli utenti usano le soluzioni ICT per migliorarle e renderle ancora più semplici da usare, ha illustrato i nuovi visual le nuove schermate delle soluzioni Open ed Enterprise, per uniformare il family feeling di ogni cliente al mondo Nethesis. Mentre, Nicola Rauso responsabile assistenza ha illustrato dati e statistiche degli SLA (service level agreement) con cui si misura l’efficienza del customer service/assistenza offerta a ogni cliente.

A seguire gli interventi di Alessio Fattorini Community e Marketing Manager sui progetti realizzati nel 2023 e road map 2024, per finire gli approfondimenti tecnici dei PM sulle novità inserite nelle soluzioni NethVoice, NethSecurity e NethService. Da metà pomeriggio: “mani in pasta”. Visita al museo della piadina, con un viaggio nella storia di un cibo millenario e, soprattutto, un laboratorio tenuto da due autentiche azdore, con preparazione di piadine e cascioni, autoconsumate durante l’aperitivo e la cena di fine giornata.


   

di Redazione





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-02-2024 alle 10:57 sul giornale del 03 febbraio 2024 - 3436 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, pesaro, Nethesis, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/eNM7





logoEV
logoEV
qrcode


.