Elettrosmog, Lina Conti: "Il doppio gioco del centrodestra che predica bene a Pesaro e razzola male in Parlamento"

2' di lettura 30/10/2023 - "L'assessora in quota Verdi al comune di Pesaro Maria Rosa Conti, da pochi mesi in carica, sta conducendo una difficile, ma efficace attivita' per ridurre i rischi da inquinamento elettromagnetico dovuta al proliferare delle antenne telefoniche.

Come è noto - prosegue Lina Conti, Consigliera di quartiere n.7 - sono i tessuti organici in attiva replicazione, nei bambini in particolare, che con più facilità subiscono mutazioni cancerogene conseguenti alla presenza di radiazioni ambientali, tra cui quelle elettromagnetiche.

Già un primo provvedimento di un governo di centrodestra a inizio millennio aveva reso più difficile il controllo dell'installazione di nuove antenne da parte dei comuni.

Come se non bastasse nell’ambito del Disegno di Legge per il mercato e la concorrenza (AS n. 795) presentato in Senato l’11 luglio 2023, viene presentato un emendamento a firma dei Senatori di Fratelli d’Italia Pogliese, Amidei, Fallucchi e Maffoni (emendamento 4.0.9) per introdurre un nuovo articolo “Adeguamento dei limiti dei campi elettromagnetici” con l’evidente scopo di innalzare i limiti di esposizione per la popolazione, favorendo così la lobby del 5G: notizia del 24 ottobre u.s. che tale emendamento è stato approvato in Senato con l’aumento dell’Elettrosmog in tutta Italia a 15 V/m (che vuol dire 30-40 V/m camuffati)

Come consigliera di Quartiere 7, che ha seguito attentamente la questione dell’antenna provvisoria di Via Beccaria e l’interlocuzione tra il comitato di cittadini e l’amministrazione del comune di Pesaro, mi pare paradossale che, mentre il centrodestra nazionale oggi ha scritto una delle pagine più nere per la storia della salute pubblica., quello locale faccia l'ultras ambientale, giudicando l'azione della Conti insufficiente. I consiglieri di opposizione predicano bene a livello locale e razzolano male in parlamento, dove con questa approvazione da parte della maggioranza della 9^ Commissione permanente hanno perso i cittadini e ha vinto la lobby.

E i consiglieri di centro-destra all’opposizione di questa amministrazione comunale si preoccupano dei “tempi” dell’antenna mobile di via Beccaria, pur sapendo coscientemente che a questo punto nessuna tempistica conterà più, perché dopo l’introduzione dell’articolo in Senato da parte di Fratelli d’Italia a questo punto diventeremo tutti sempre più cavie umane.

Come Verdi chiediamo lo stop a qualsiasi aumento dei livelli permessi, e una maggior autonomia dei comuni nella contrattazione con i gestori telefonici e sosteniamo il grande lavoro profuso da U.O. Ambiente del comune di Pesaro, dove l’amministrazione resiste con un ottimo lavoro, che entro la fine del mese di novembre licenzierà le nuove versioni del “Regolamento Comunale per assicurare il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti fissi delle telecomunicazioni e radiotelevisivi” (approvato con deliberazione di C.C. n. 52 del 12/04/2006) e del “Piano dei Siti Idonei della Telefonia Mobile”(approvato con deliberazione di G.C. n. 68 del 02/04/2019)", conclude Lina Conti.


   

da Lina Conti
Consigliera di quartiere n.7 - Europa Verde





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-10-2023 alle 17:53 sul giornale del 31 ottobre 2023 - 364 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/ezGw





qrcode


.