Lunedì il Concerto finale che chiude la 35ª Accademia Rossiniana “Alberto Zedda”

3' di lettura 14/07/2023 - Lunedì 17 luglio alle 20 al Teatro Sperimentale si chiude con il tradizionale Concerto finale la 35esima edizione dell’Accademia Rossiniana “Alberto Zedda”, seminario di studio diretto dal Sovrintendente Ernesto Palacio e sostenuto dalla Fondazione Meuccia Severi.

A salire sul palco saranno i ventuno allievi effettivi dell’Accademia provenienti da Italia, Spagna, Corea del Sud, Georgia, Giappone, Turchia, Cile, Costa Rica, Irlanda e Messico: Maria Rita Combattelli, Vittoriana De Amicis, Sabrina Gárdez, Miyoung Lee, Tamar Otanadze, Martina Russomanno (soprani); Saori Sugiyama, Seray Pinar (mezzosoprani); Michele Galbiati, Luigi Morassi, Paolo Nevi, Xavier Prado (tenori); Andrés Cascante, William Kyle, Matteo Mancini, Eduardo Martinez Flores, Giacomo Nanni, Giuseppe Toia (baritoni); Alberto Comes, Valerio Morelli (basso-baritoni) e Omar Cepparolli (basso).

Rubén Sánchez-Vieco al pianoforte accompagnerà i cantanti nell’esecuzione di brani da alcune tra le più famose opere di Rossini: La gazza ladra, Il barbiere di Siviglia, Maometto II, Adina, Il signor Bruschino, Il Turco in Italia, L’inganno felice, Guillaume Tell, L’Italiana in Algeri, L’occasione fa il ladro, La Cenerentola, Armida, Tancredi, Il viaggio a Reims.

I biglietti del concerto (posto unico numerato 10 euro) sono in vendita online su Vivaticket e sul sito del Festival (www.rossinioperafestival.it) al Teatro Sperimentale il giorno dello spettacolo a partire dalle ore 16. Per info: 0721.3800294.

Il Concerto conclusivo dell’Accademia sarà il primo di una serie di appuntamenti musicali presentati al pubblico nel contesto del Festival Giovane 2023, sezione del Rossini Opera Festival dedicata ai giovani talenti del futuro.

Gli allievi dell’Accademia saranno infatti protagonisti della seconda edizione del ciclo di concerti Salons Rossini, in programma il 19, 22, 27, 30 luglio e il 1° agosto alle ore 21 in alcuni tra i più suggestivi borghi dell’entroterra pesarese: Gradara, Cagli, Mondavio, Carpegna e Urbino. Ogni concerto sarà introdotto da una breve guida all’ascolto a cura di Andrea Parissi della Fondazione Rossini e si concluderà con un brindisi conviviale.

Nel contesto della 44esima edizione del Rossini Opera Festival, i giovani talenti dell’Accademia Rossiniana presenteranno al Museo Nazionale Rossini i Concerti al Museo, recital voce e pianoforte programmati per il 5, 12, 15, 17 agosto alle 11 e il 14 agosto alle 12.30.

A chiudere la programmazione del Festival Giovane saranno le due recite de Il viaggio a Reims che verranno presentate il 16 e il 18 agosto alle 11 al Teatro Sperimentale, con Andrea Foti alla direzione della Filarmonica Gioachino Rossini. L’opera andrà in scena nello storico allestimento di Emilio Sagi del 2001 che negli anni ha visto protagonisti i giovani dell’Accademia, oggi interpreti rossiniani affermati in tutto il mondo. La ripresa della regia sarà curata da Matteo Anselmi.

La recita del 18 agosto verrà trasmessa, nell’ambito del progetto Next Generation, in diretta streaming su OperaVision, la piattaforma gratuita gestita da Opera Europa e cofinanziata dal programma Europa Creativa. Sempre sul sito di OperaVision saranno disponibili, per i successivi sei mesi, entrambe le recite assieme ad un podcast e a un video di backstage.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-07-2023 alle 17:43 sul giornale del 15 luglio 2023 - 480 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, pesaro, Rossini Opera Festival, gioachino rossini, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/ejOd





qrcode


.