Rifacimento tetto condominiale

3' di lettura 23/06/2023 - Ci sono molte cose da sapere sul rifacimento  tetto condominiale perché è un lavoro necessario in uno stabile condominiale,soprattutto dopo che sono passati circa 30-40 anni.

Ovviamente il tetto è un bene che riguarda tutti i condomini :quindi le spese per il rifacimento saranno divise equamente tra le varie famiglie, anche se bisognerà considerare i millesimi di proprietà.

Chiaramente si tratta di un lavoro importante e delicato perché il tetto rappresenta quella cosa che preserverà all'interno dell'edificio nonché la sua struttura la quale dovrà essere protetta soprattutto dagli agenti atmosferici e quindi sarà un bene del quale usufruiranno tutti gli inquilini, non solo la famiglia che abita all'ultimo piano.

Si tratta delle aree comuni così, come vengono definite dall'articolo 1117, che afferma che tutte le parti dell'edificio necessarie per l'uso comune sono il suolo dove sorge l'edificio ma anche le scale, i vestiboli, i portici, le facciate, cortili le fondazioni e tanto altro.

In pratica quindi il tetto sarà una delle componenti principali della sicurezza di un immobile visto che offrirà una protezione completa dagli spazi di temperatura e dalle intemperie, riuscendo anche ad attutire i rumori che provengono dall'esterno, essendo anche la sede di un impianto solare termico fotovoltaico che contribuirà a rendere addirittura produttivo il tetto.

Però se il tetto non viene rifatto anche quando è danneggiato le funzionalità non saranno più attive e quindi la sicurezza dell'intera copertura sarà messa a repentaglio: ed ecco perché bisogna operare interventi di manutenzione periodica sul tetto in modo da tenere sotto controllo e monitorare il suo stato.

Dal punto di vista legislativo ricordiamo che il rifacimento del tetto dovrà essere liberato da un assemblea condominiale perché la legge stabilisce che il lavoro può essere eseguito solo da un'azienda specializzata che poi può rilasciare la certificazione sull'intervento effettuato.

In questo punto è molto significativo il testo unico sull'edilizia che afferma che la ristrutturazione del tetto rientrerà nei lavori di manutenzione straordinaria, nel caso in cui si utilizzeranno materiali già esistenti,mentre l'intervento sarà definito straordinario se sarà necessario implementare nuovi materiali e tecnologie.

Cosa presentare per eseguire il rifacimento del tetto condominiale

Per poter eseguire al meglio il rifacimento del tetto e bisognerà presentare obbligatoriamente tutta una serie di pratiche edilizie che dipenderanno dai singoli casi che saranno valutate da un professionista esperto perché in alcuni casi ci potrebbe essere la CIl e cioè comunicazione inizio lavori oppure la scia cioè la segnalazione certificata di inizio attività.

Non dimentichiamo che si parla di documenti da presentare all'ufficio competente seguendo le procedure e quei tempi che saranno stabilite dal regolamento edilizio locale, tenendo presente che la pratica edilizia per il tetto, e il suo rifacimento, è indispensabile sia per accedere alle detrazioni fiscali, ma anche per una questione autorizzativa e urbanistica.

Però è inutile negare che devi fare il tetto condominiale comporterà tante spese e richiede un grosso sforzo dal punto di vista burocratico e organizzativa:quindi non è una cosa che si può fare in maniera superficiale


   

di Redazione





Questo è un articolo pubblicato il 23-06-2023 alle 23:13 sul giornale del 23 giugno 2023 - 64 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/ee6H


qrcode


.