Un drone hi-tech per eseguire le indagini del sottosuolo dove sorgerà la nuova piazza di Babbucce

Un drone hi-tech per eseguire le indagini del sottosuolo dove sorgerà la nuova piazza di Babbucce 2' di lettura 29/03/2023 - Li abbiamo visti in volo per girare immagini incredibili di una partita di calcio o di paesaggi mozzafiato da una prospettiva insolita e regalarci immagini emozionanti, Marche Multiservizi ha deciso, invece, di servirsi del drone nelle azioni preliminari di indagine prima di dare il via a un cantiere.

Niente escavatori, perforazioni o saggi: per i rilevamenti sul terreno individuato per far nascere la nuova piazza di Babbucce di Tavullia, Marche Multiservizi ha voluto utilizzare un drone di ultima generazione.

Senza nessun tipo di intervento invasivo, sarà possibile quindi fare una verifica preventiva di interesse archeologico e legata al rilevamento di residuati bellici, che permetteranno di accelerare tutte le indagini preventive che la normativa impone.

Entrambi questi scenari sono ricorrenti sul nostro territorio e quest’analisi preventiva permetterà di evitare sorprese una volta avviati i lavori.

Il volo col drone e i suoi rilevamenti è stato affidato alla ditta Ifly di Oristano che in questi giorni è sul posto con i suoi piloti, droni, georadar e applicativi che utilizzano anche software di tipo militare.

Con gli strumenti di rilevamento di cui è dotato il drone che sorvolerà il terreno della futura piazza di Babbucce è possibile analizzare il terreno fino a 35 metri di profondità e con un margine di errore inferiore ai 3 centimetri.

Quella che si ottiene è una “risonanza magnetica” del suolo che può indicarci la presenza di materiali solidi o liquidi, di reti dei sottoservizi o appunto di residuati bellici o reperti archeologici, dettagliando con precisione la profondità e l’ampiezza.

Questo innovativo strumento si va ad aggiungere al know-how dell’azienda e rappresenta una tecnologia coerente con i valori di MMS: eccellenza, innovazione e rapidità.

Poter sorvolare un’area dall’alto, senza interventi invasivi, e riuscire a ricavarne dati opportunamente elaborati che possano guidare il lavoro a terra rappresenta, infatti, uno salto di qualità molto importante che va nella direzione del continuo sviluppo tecnologico che rientra tra gli obiettivi di Marche Multiservizi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-03-2023 alle 16:08 sul giornale del 30 marzo 2023 - 1764 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, Marche Multiservizi S.p.A, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/dZ4K





logoEV
logoEV
qrcode


.