Gli studenti del Liceo Marconi divulgatori scientifici, insegnano robotica educativa agli alunni delle scuole primarie e secondarie

Gli studenti del Liceo Marconi divulgatori scientifici, insegnano robotica nelle scuole primarie e secondarie 3' di lettura 21/03/2023 - Il progetto “seidiciannovesimi” nasce nell’a.s. 2016/2017 come collaborazione tra l’ITIS “Enrico Mattei” e l’Istituto Comprensivo “Paolo Volponi”, coinvolgendo oltre settanta studenti dell’istituto e tutti gli alunni della scuola primaria, supervisionati dal Prof. Giacomo Alessandroni.

Il nome va letto come intervallo d’età (dai sei ai diciannove anni): lo scopo del progetto non si limita alla diffusione del pensiero laterale (come amiamo chiamarlo noi), ma – soprattutto – chiede ai nostri studenti – in luogo del docente – di vestire i panni dei divulgatori scientifici: così i bambini percepiscono i nostri alunni quasi come fratelli maggiori, molto più vicini a loro, al loro modo di vedere, pensare e studiare.

L’obiettivo del progetto è sviluppare un “pensiero ordinato” nei bambini, che gli consenta di svolgere i compiti per casa da soli, sfruttando al meglio il tempo a disposizione. Ci piace mostrare i problemi sotto più angolazioni e sfaccettature. Pertanto, il progetto non è rivolto solto a chi desidera intraprendere un percorso scientifico, ma a chiunque desideri utilizzare il problem solving come metodologia didattica e di lavoro.

Per quanto riguarda gli studenti del Liceo – invece – affermare che l’obiettivo del progetto è assistere i bambini mentre muovono i loro primi passi nel mondo delle STEM (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica) è oltremodo riduttivo. Le competenze richieste, naturalmente, non sono di natura esclusivamente scientifica. Il nostro obiettivo è sviluppare la loro empatia e capacità di dialogo, oltre a una corretta esposizione di concetti a loro noti.

Visto il successo riscosso, anno dopo anno dal progetto, oltre all’insegnamento della filosofia delle STEM e dello sviluppo delle doti di comunicazione negli alunni del nostro Liceo, l’attenzione si è spostata sulla didattica di base, cercando di trasmettere concetti sempre più complessi in un’età decisamente precoce. «Il nostro amico Teseo ha smarrito il filo di Arianna. Riuscirà ugualmente a uscire dal labirinto? E se dovesse incontrare il Minotauro?»

Altri importanti risultati sono stati ottenuti col cifrario di Cesare, con il quale i bambini hanno inviato ai loro genitori messaggi in codice. Per non dimenticare la successione di Fibonacci e il rettangolo aureo, illustrata sin dalla prima elementare con risultati sorprendenti: la curiosità è stata tanta che, per la prima volta, i bambini hanno eseguito le somme in colonna.

Con quest’anno scolastico, grazie agli studenti del corso complementare di Robotica e fisica applicata che si sono resi disponibili per ricominciare, a avuto inizio un nuovo itinerario in un’altra scuola. Partendo dal Liceo Scientifico, verso una nuova scuola ospitante, l’Istituto Comprensivo “Luigi Pirandello”.

Si tratta di un esperimento pilota che tocca cinque classi, due della secondaria di primo grado e tre della primaria, con tematiche legate alla robotica realizzata con materiale di recupero (bicchieri di carta, posate di plastica, rotoli di carta igienica, cannucce...).

Tutto questo per gettare un ponte che parte dalla robotica educativa, passa per le STEM, tocca l’arte fino ad arrivare all’educazione civica.

Per non concludere. Le attività con l’Istituto Pirandello sono state progettate per essere spiegate e realizzate in quaranta minuti, facili da costruire e riparare, con materiali a disposizione di chiunque e dal sicuro effetto wow!

Per quanto riguarda la robotica, quella vera, la insegnamo eccome, ma anche al Liceo – talvolta – ci piace utilizzare materiali insoliti, come cartone e mouse ormai destinati al macero per donargli nuova vita e, allo stesso tempo, far comprendere ai nostri studenti le basi della meccanica e della fisica applicata, toccando ogni parte del progetto destinato a prender vita.

ph: Giacomo Alessandroni


   





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-03-2023 alle 10:30 sul giornale del 22 marzo 2023 - 3416 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, liceo marconi, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/dYwL





logoEV
logoEV
qrcode


.