Unione Popolare: il fascismo non è un opinione ma un crimine

Liceo Mamiani 1' di lettura 07/03/2023 - Abbiamo appreso che ieri mattina due funzionari della Digos hanno messo piede al Liceo Mamiani di Pesaro (via XI febbraio) per chiedere conto di uno striscione esibito dagli studenti che ricordava l’incostituzionalità del fascismo.

Dopo i fatti del liceo Michelangelo di Firenze, lo striscione teneva a ricordare la vergognosa presa di posizione del ministro Giuseppe Valditara, ma la preoccupazione per ogni possibile risposta studentesca da parte del governo sembra volersi tradurre immediatamente in controllo e repressione.

Le rassicurazioni del questore di Pesaro Raffaele Clemente, come si legge oggi sui principali quotidiani locali, non possono e non devono in alcun modo giustificare l'intervento personale della Digos all’interno delle mura scolastiche.

Come Unione Popolare, riteniamo che gli studenti hanno il diritto di manifestare la loro contrarietà al fascismo, senza dover subire l’intimidazione delle forze di polizia.

La sorveglianza della Digos non si comprende se non riconducendola al clima che questo governo sta creando, criminalizzando i poveri, reprimendo il dissenso, lasciando morire i migranti nel Mediterraneo.

Come Unione Popolare di Pesaro Urbino stiamo a fianco degli studenti ribadendo insieme a loro che il fascismo è sempre improprio e anticostituzionale. Il fascismo non è un’opinione ma un crimine.


   

da Unione Popolare Pesaro Urbino





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-03-2023 alle 20:22 sul giornale del 08 marzo 2023 - 1136 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/dWhx





logoEV
logoEV
logoEV
qrcode


.