Marche Multiservizi: un nuovo depuratore a Montecchio di Vallefoglia

nuovo depuratore a Montecchio di Vallefoglia 4' di lettura 10/02/2023 - Oggi, alla presenza del sindaco di Vallefoglia Palmiro Ucchielli, dell’Assessore all’Ambiente della Regione Marche Stefano Aguzzi, del Presidente Andrea Pierotti e dell’Amministratore Delegato di Marche Multiservizi Mauro Tiviroli, è stato inaugurato il depuratore di Montecchio di Vallefoglia.

Erano presenti anche quattro classi della scuola primaria di Vallefoglia accompagnate dagli insegnati e una rappresentanza dell’Istituto Agrario “A. Cecchi” di Pesaro, accompagnata dal prof. Fabbri, che hanno visitato l’impianto accompagnati dai tecnici di Marche Multiservizi.

Il nuovo impianto di depurazione, moderno e funzionale, prevede una capacità massima di trattamento fino a 30.000 abitanti equivalenti e permetterà di accrescere in modo decisivo la qualità dell'ambiente e quindi la qualità della vita dei cittadini.

Quest’intervento è parte di una progettualità diffusa che ha interessato la media Valle del Foglia.

Il depuratore di Montecchio, infatti, servirà i comuni di Vallefoglia, Tavullia, Montelabbate e Petriano e permetterà di dismettere ben quattro depuratori (Molino Ruggeri, Bottega, Montelabbate e Apsella).

Si è trattato di un intervento strategico per la risoluzione delle non conformità riscontrate dalla Comunità Europea nella procedura di infrazione 2014/2059, per il mancato rispetto della Direttiva Comunitaria 91/271/CE per l’agglomerato di Montecchio.

I benefici però non sono solo per l’ambiente, per la qualità dell’acqua restituita al fiume Foglia e per la vita dei cittadini, ma si risponde anche a future esigenze di urbanizzazione.

Tecnologia al servizio di ambiente e cittadini

Il depuratore di Montecchio è stato progettato partendo da attente valutazioni delle caratteristiche dell’abitato e calcolando il dimensionamento in base a criteri consolidati, esperienza gestionale, analisi costi-benefici, conoscenza approfondita delle tecnologie disponibili e con particolare attenzione all’efficienza energetica.

La progettazione e i lavori sono stati eseguiti con l’intento di minimizzare gli impatti su tutte le componenti della matrice ambientale.

Relativamente alle acque trattate, il progetto ha posto particolare attenzione all’abbattimento dell’azoto e del fosforo attraverso l’adozione di un processo a fanghi attivi, regolato da un processore logico ad aerazione intermittente che controlla in autonomia l’efficienza di abbattimento delle forme azotate in vasca. L’introduzione delle sezioni di trattamento terziario, per l’affinamento dell’effluente, consente di raggiungere elevati standard di qualità dell’acqua depurata e restituita al Fiume Foglia.

Allo stesso tempo l’impianto di Montecchio permette di contenere i consumi energetici e di limitare la produzione di fango da destinare a smaltimento, un elemento, quest’ultimo, che permette a sua volta di ridurre le emissioni di CO2 grazie ai minori viaggi per il trasporto di fanghi in discarica.

Particolari accorgimenti sono stati adottati anche dal punto di vista dell’insonorizzazione e dell’impatto odorigeno.

Oggi l’impianto di Montecchio dispone di tre linee di trattamento che lavorano in parallelo e che consentono di eseguire interventi di manutenzione su una sola linea alla volta, mantenendo in funzione le restanti. Tale soluzione progettuale, combinata con la scelta impiantistica di prevedere apparecchiature di riserva nelle sezioni che risultano strategiche al processo, permette di garantire nel tempo e con continuità la massima efficienza depurativa dell’impianto.

Come nel caso del depuratore di Borgheria di Pesaro, anche qui i lavori di potenziamento e ampliamento si sono svolti intervenendo con il depuratore in funzione, in modo da rendere sempre garantito il servizio di depurazione.

Il progetto è un importante tassello dell’impegno di Marche Multiservizi per la sostenibilità del comparto idrico-depurativo, fondamentale per una corretta chiusura del cerchio e per la restituzione all’ambiente di una risorsa compatibile con gli ecosistemi. Tant’è che oltre il 35% dei costi del servizio idrico è impiegato proprio per gestire fognature e depurazione.

“Il depuratore di Montecchio è un investimento da 6 milioni di euro - spiega Andrea Pierotti, presidente di Marche Multiservizi – che fa parte di un progetto fognario-depurativo ad ampia visuale su tutta la media Valle del Foglia e che cuba complessivamente un importo di oltre 15 milioni di euro, il 60% dei quali per opere già realizzate. Questo intervento sposa a pieno la vision di Marche Multiservizi che prevede più collettori e meno depuratori”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-02-2023 alle 14:43 sul giornale del 11 febbraio 2023 - 1820 letture

In questo articolo si parla di attualità, Marche Multiservizi S.p.A, vallefoglia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/dRWs





logoEV
logoEV
logoEV
qrcode


.