Visita del Prefetto all’Anmil: "Pesaro e Urbino territorio sensibile al tema della prevenzione infortuni sul lavoro"

Visita del Prefetto all’Anmil 2' di lettura 05/11/2022 - «Nella Provincia di Pesaro e Urbino, al netto dei problemi pandemici collegati al Covid, ho trovato un territorio sensibile e preparato sul tema della sicurezza sul lavoro e prevenzione degli infortuni».

Lo ha ribadito il Prefetto di Pesaro e Urbino, dott. Tommaso Ricciardi, in occasione della visita istituzionale che ha svolto presso la sede ANMIL (Associazione Nazionale fra Mutilati e Invalidi del Lavoro) provinciale in via Scialoia 80 a Pesaro.

Il Prefetto, ricevuto dal presidente provinciale f.f. e componente del Comitato esecutivo nazionale ANMIL Fausto Luzi insieme ai rappresentanti del Consiglio territoriale dell’associazione e alla presenza del funzionario Inail provinciale Gianfranco Cangialosi, ha avuto modo di visitare gli uffici della sede provinciale dove, quotidianamente, vengono erogati al pubblico i servizi di CAF, patronato e svolte le attività di carattere associativo per la sensibilizzazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali. «La visita del Prefetto – ha detto Luzi – è un segnale di grande attenzione alle problematiche che ANMIL segue istituzionalmente da ben 80 anni e che riguardano ogni singola persona, lavoratore, famiglia. L’attività è capillare sul territorio grazie anche alla nuova sede di Fano, in viale Cairoli 43, e ai recapiti aperti nei principali centri della provincia. Accanto a questo ANMIL prosegue l’attività di sensibilizzazione attraverso convegni, iniziative e partecipazione nelle scuole».

Per il territorio pesarese il 2022 è stato un anno difficile dal punto di vista degli infortuni sul lavoro: nel periodo gennaio-agosto 2022 (dati Inail su elaborazione ANMIL) si sono registrati 8 infortuni mortali (contro i 2 del 2021) e 2.925 denunce di infortunio (+16,3% rispetto allo stesso periodo del 2022). Peggiore il dato Marche che, in rapporto all’anno scorso, ha visto un aumento del 25% nelle denunce di infortunio. In lieve diminuzione (- 4,1%), invece, il dato sulle malattie professionali (1.168 casi nel periodo gennaio-agosto).

«Negli anni le Istituzioni - e anche ANMIL - hanno fatto molto sui versanti della sensibilizzazione e del contrasto agli infortuni – ha ricordato il Prefetto Ricciardi – ma soprattutto in questa fase storica è necessario insistere sulla formazione e sulla cultura della prevenzione, sia nel tessuto imprenditoriale e sociale che scolastico. Il territorio pesarese - e in generale marchigiano - ha una grande virtù: il tessuto imprenditoriale, oltre che essere sensibile al tema della sicurezza, è anche impermeabile al sistema della criminalità organizzata. E questo rappresenta un ulteriore valore aggiunto per lo sviluppo armonioso della comunità».

Vuoi ricevere le notizie più importanti di Vivere Pesaro in tempo reale su WhatsApp o Telegram?
Per WhatsApp aggiungi il numero 371.4439462 alla tua rubrica ed inviaci un messaggio (es.: ok notizie). 
Per Telegram vai su https://t.me/viverepesaro e clicca su "unisciti"





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-11-2022 alle 10:20 sul giornale del 06 novembre 2022 - 732 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, Anmil, Associazione nazionale Mutilati e Invalidi del lavoro, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dAKp





logoEV
logoEV
qrcode