Patrimonio milionario non dichiarato al fisco, sequestrati fabbricati e terreni anche a Pesaro

guardia di finanza 1' di lettura 22/10/2022 - La guardia di finanza di Rimini ha effettuato un maxi sequestro da 12 milioni di euro ai danni di un imprenditore calabrese residente a Rimini, con molti affari nella provincia di Pesaro-Urbino.

Il valore complessivo stimato dei bei sequestrati è di oltre 12 milioni di euro e comprende 9 fabbricati, 44 terreni nelle province di Rimini e Pesaro-Urbino, quote societarie di sei società con sede nel riminese operanti nel ramo della costruzione di edifici residenziali e non, commercio al dettaglio di materiali edili ma anche fabbricazione di computer, contanti per 210mila euro, beni aziendali e crediti per 1.4 milioni di euro derivanti da lavori eseguiti usufruendo del bonus 110%.

Secondo le indagini delle Fiamme Gialle, il capitale accumulato dall’imprenditore sarebbe il frutto di una serie di illeciti: dalla bancarotta fraudolenta all’evasione fiscale commessi nel corso degli anni.

L’imprenditore era già finito nel mirino delle fiamme gialle nel 2018 quando furono emersi presunti legami con la ‘Ndrangheta e un’evasione fiscale da 5 milioni di euro perpetrata per mezzo di un’azienda di pannelli fotovoltaici.

I beni del 64enne sono stati affidati in custodia ad un amministratore giudiziario nominato dal Tribunale di Bologna.

Vuoi ricevere le notizie più importanti di Vivere Pesaro in tempo reale su WhatsApp o Telegram?
Per WhatsApp aggiungi il numero 371.4439462 alla tua rubrica ed inviaci un messaggio (es.: ok notizie). 
Per Telegram vai su https://t.me/viverepesaro e clicca su "unisciti"





Questo è un articolo pubblicato il 22-10-2022 alle 08:48 sul giornale del 23 ottobre 2022 - 44140 letture

In questo articolo si parla di redazione, pesaro, rimini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dxIn





logoEV
logoEV
qrcode