Pesaro, gli scacchi oltre la siepe al Nettuno

scacchi pesaro 3' di lettura 19/08/2022 - Se passate nel marciapiede davanti il mitico pattinaggio, lungo Viale Trieste, potreste sentire prima in lontananza un legger ticchettio di orologi, non sono bombe ad orologeria, non preoccupatevi, poi potreste ascoltare frasi strane e senza senso, per i non addetti ai lavori, tipo pedone e4, Alfiere in c4,Torre d7, Cavallo b5, Donna h8, Re f7.

Nessun messaggio in codice, niente password o battaglie navali. Qui si gioca a scacchi, il gioco più bello e antico del mondo. Nel fresco e ridente giardino dell’Hotel Nettuno, dei coniugi Paola e Marco Urbinati, dalla scorsa estate i tavolini all’aperto dell’albergo sono sempre affollati da giocatori di scacchi. Grazie a questa brillante coppia la sede estiva del Circolo Asd Scacchi Pesaro si è trasferita proprio a due passi dal mare.

Un’atmosfera, che ricorda, i ben più famosi Giardini del Lussemburgo a Parigi e il Gorky Park a Mosca, luoghi caratteristici, dove si gioca a scacchi tutto l’anno all’aria aperta, sotto la neve o sotto il sole, a questo strabiliante gioco che calamita ragazzi ed adulti. Infatti, sono numerosi i turisti, che passando nelle vicinanze del Nettuno,incuriositi, alzano la testa per vedere oltre la siepe e sbirciando vedono scacchiere, cavalli, alfieri e Torri in movimento.Un gioco, che è diventato disciplina e diventerà fra poco uno sport attira un po’ tutti, dai ragazzini di dieci anni ai nonni arzilli di novanta. Un gioco divertente per tutti, dove memoria, strategia, tattica, fantasia, analisi, concentrazione, sono fattori fondamentali che fanno risaltare le qualità di un vero scacchista. L’intelligenza non basta o forse non serve nel vero senso della parola, il grande Einstein sapeva giocare a scacchi , ma non era bravissimo davanti le 64 caselle.

Anche altri illustri personaggi moderni come il grande maestro di musica Morricone e il divulgatore scientifico Piero Angela erano dei buonissimi scacchisti ma non certo dei fenomeni. Ora tutti trascinati dall’onda norvegese di Magnus Carlsen, il titolato campione del mondo.Sono anni che nell’Universo a scacchi si parla la lingua antica dei vichinghi. Tutti.ormai sanno che si gioca con i pezzi bianchi e neri, è muove sempre il bianco per prima, ma che nessuno, per favore, parli di una strana forma di razzismo in questo affascinante gioco, qui non centra nulla.

L’attività del Circolo Scacchistico ASD Pesaro della Presidentessa Brigitta Banky, insieme ai suoi fedeli collaboratori organizza per domenica 28 agosto alle ore 10 il secondo Torneo di Scacchi Hotel Nettuno che la passata estate ha avuto un enorme successo, inoltre in collaborazione con il Circolo Arci di Villa Fastigi domenica 11 settembre altro Torneo Rapid questa volta ufficiale, con ricchissimi premi, il Memorial “Maic e Frank”,l’appuntamento sempre ore 10. Senza dimenticare che dal 16 al 18 settembre la formazioni pescarese di scacchi sarà impegnata nel campionato a squadre in serie A2 a Montesilvano in Abruzzo. E’ proprio il caso di affermare che l’Hotel Nettuno del dio mare ha sposato Caissa la bellissima dea dell’Olimpo degli scacchi e dei giochi in generale.Il connubio mitologico sta andando, per ora, a gonfie vele, anzi a gonfie scacchiere.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-08-2022 alle 15:53 sul giornale del 20 agosto 2022 - 1267 letture

In questo articolo si parla di scacchi, sport, pesaro, A.S.D. Scacchi Pesaro, scacchi pesaro, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dlAL





logoEV