L’arte è davvero inclusiva a “Cultura d’estate Montefeltro 2022”

Cultura d’estate Montefeltro 2022 5' di lettura 02/08/2022 - Carpegna promuove l’arte davvero inclusiva con “CarpegnArt – Artisti nel Montefeltro 2022”, la mostra collettiva di pittura, scultura e arti visive inaugurata con successo di pubblico sabato 30 luglio al palazzo dei Principi di Carpegna, come primo evento del festival “Cultura d’estate Montefeltro 2022”, promosso per la XVIII edizione dagli assessorati alla Cultura e al Turismo di Carpegna con Apt Pro loco Carpegna

Nella mostra, organizzata con la direzione artistica di Giulio Serafini, si fa notare, infatti, l’installazione “Gli altri nel nostro mondo” composta da venti sculture modellate dai pazienti del Gruppo Atena, ospiti della Rems (Residenza per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza), dello Srp1 (Struttura Residenziale Psichiatrica) di Macerata Feltria e della Comunità terapeutica “Mulino Giovanetti” di Montegrimano Terme. Le sculture sono autoritratti che “svincolano da una trasposizione accademica del reale”, per esprimere sensazioni e sentimenti, situazioni e stati d’animo, dettati dalla visione interiore dell’autore. L’installazione vuole condurre il visitatore non solo ad osservare il “fuori” delle opere ma invita ad entrare “dentro” attraverso un effettivo corridoio, all’interno del quale si incontrerà quel misterioso mondo interiore custodito silenziosamente.

“Nella mostra, molto bella ed interessante sono esposte le opere di quaranta artisti del Montefeltro o che operano o hanno operato in questo territorio e anche di nuovi giovani artisti, con un allestimento rispettoso dell’architettura degli ambienti del palazzo dei Principi di Carpegna – fa notare l’assessore alla Cultura di Carpegna, Luca Pasquini _ . L’inaugurazione è stata un grande successo con più di 400 persone tra artisti, turisti e cittadini provenienti da più regioni. Molte le autorità presenti. Non poteva mancare il Prosciutto di Carpegna Dop e l’accompagnamento musicale con il vinile di Cinziano Giovannini e la straordinaria tromba del Maestro Raniero Mascini. Grazie all’artista Giulio Serafini competente ed estroso curatore artistico della mostra fin dalla prima edizione e grazie anche al pittore Luciano Baldacci per i preziosi consigli. Siamo anche molto orgogliosi - evidenzia l’assessore alla Cultura di Carpegna - di dedicare una sezione della mostra ai lavori, veramente molto significativi, dei laboratori di arteterapia, coordinati dall’artista ed arteterapeuta Paola Zago, delle strutture di riabilitazione del gruppo Atena di Macerata Feltria e Montegrimano Terme, il cui presidente Ferruccio Giovannetti è stato presente all’inaugurazione. La collettiva è dedicata all’artista Oscar Baffoni di Sassofeltrio, scomparso poche settimane fa e già sempre presente alle precedenti mostre e importante collaboratore della Comunità di recupero Papa Giovanni XXXIII di Rimini. Il progetto – fa notare l’assessore Pasquini _ riprende un’importante mostra, Artisti della Carpegna, che si svolgeva sempre nel Palazzo dei Principi fino ad alcuni anni fa, fondata da tre artisti di Carpegna Giampaolo Colocci, Giovanni di Carpegna Falconieri e Paolo Pasquini, e che era giunta alla 9^ edizione. Dopo alcuni anni di pausa, come assessorato alla Cultura del Comune di Carpegna abbiamo voluto riprenderla ed ampliarla nei suoi obiettivi, che sono sì culturali e turistici ma la mostra vuole essere anche un punto d'incontro dei tanti artisti del nostro territorio. L’anno scorso CarpegnArt è stata sempre piena di visitatori. Invito tutti a venire nel cuore del Montefeltro per emozionarsi con un paesaggio straordinario e con i quadri, le sculture, le fotografie e le installazioni di artisti di valore”.

Il sindaco di Carpegna Mirco Ruggeri sottolinea che “CarpegnArt è una mostra importante e di qualità, un evento di punta del nostro cartellone estivo, molto ricco e variegato. L’anno scorso, alla seconda edizione, ha avuto più di 5000 visitatori. Ringrazio la Regione Marche per il contributo e gli altri Enti per il patrocinio e anche gli sponsor che sostengono il progetto del festival culturale Cultura d’Estate Montefeltro 2022”.

L’evento espositivo “CarpegnArt”, promosso per la terza edizione dall’assessorato alla Cultura del Comune di Carpegna, è, visitabile ad ingresso libero fino al 4 settembre, in orari 17 – 19 e 21 – 23.

Il festival “Cultura d’estate Montefeltro 2022” proseguirà quindi venerdì 5 agosto alle 21.15 in piazza dei Conti con lo spettacolo teatrale “Fatti e misfatti. Era alto, di bell’aspetto. Mason d’la Bona, Brigante” per la regia di Fabio Brunetti - lavoro teatrale sulla vita del brigante che provò anche ad incendiare il palazzo dei Principi di Carpegna - mentre sabato 6 agosto alle 21 nel Giardino del Palazzo dei Principi sarà di scena la settima edizione di Indimenticanto 2022”, spettacolo di canzoni dal vivo, immagine e poesia, ideato dal gruppo Indimenticanto e dal titolo “L’unica cosa che ci appartiene è il tempo”.

Seguirà domenica 7 agosto alle 21,15 in piazza dei Conti la serata di musica a cura del Roberto Bricuccioli Quartet, intitolata “Roberto Bricuccioli canta Gino Paoli”. Altro evento da non perdere, al palazzo dei Principi, lunedì 8 agosto alle 21, sarà la presentazione del libro “Diario di Pasquale Rotondi 1939 – 1946. Opere d’arte nella tempesta della guerra”, alla presenza del suo curatore, professor Silvano Tiberi.

Le iniziative del festival sono ad ingresso gratuito, tranne lo spettacolo teatrale del 16 agosto e le visite guidate al palazzo dei Principi di Carpegna, su prenotazione. Per altre informazioni contattare i numeri 0722 – 727065 e 77326 o visitare il sito www.comune.carpegna.pu.it







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-08-2022 alle 17:25 sul giornale del 03 agosto 2022 - 746 letture

In questo articolo si parla di attualità, carpegna, comunicato stampa, Cultura d’estate Montefeltro 2022

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/di66





logoEV