Centinaia di calzature da lavoro in dono al personale sanitario del San Salvatore

3' di lettura 01/07/2022 - Decine di magliette arancioni, ieri, davanti al Pronto Soccorso di Pesaro, che hanno voluto ringraziare il lavoro che stanno svolgendo medici, infermieri ed operatori tutti.

Infatti, la Onlus Gulliver ha voluto donare al personale sanitario dell’Ospedale San Salvatore di Pesaro, centinaia di calzature da lavoro professionali come segno di gratitudine e di apprezzamento per tutto il lavoro svolto anche in questi due anni di pandemia: "Siamo molto vicini alle strutture sanitarie ed a tutti quelli che ci lavorano – commenta Andrea Boccanera, presidente della Onlus Gulliver –. Il nostro è un piccolo gesto, ma che racchiude tutti i nostri immensi grazie a tutto il lavoro svolto e che si sta ora svolgendo al Pronto Soccorso e alla medicina d’urgenza. Con questo vogliamo anche far vedere che la cittadinanza è dalla parte del personale sanitario sempre in prima linea e spesso criticato.

"Vorrei ringraziare tutti per questo segno di affetto e vicinanza – dice Stefano Ridolfi, coordinatore del Pronto Soccorso –. È da un po’ di tempo che abbiamo avviato una collaborazione con la Onlus, la quale ci fornisce gli abiti che recupera con la loro attività e che noi usiamo per i senzatetto o le persone in difficoltà che devono accedere al Pronto Soccorso. Ci fa bene sentire la vicinanza della popolazione. Lo sforzo è tanto è questo per noi è un carburante emotivo. Grazie ancora". Segnali di vicinanza della collettività, quindi, che tirano su di morale e rinvigoriscono il personale sanitario, il quale ancora combatte contro un virus che continua ad infettare.

"Vorrei solo dire grazie – commenta anche Maria Capalbo, direttore generale di Marche Nord – e aggiungere che questi gesti ci fanno capire quanto il nostro lavoro sia ancora apprezzato. È il caso di dire che il bene che qualcuno produce torna sempre indietro ed oggi ci è stato dimostrato con questo bellissimo regalo. Mi piacerebbe che questa collaborazione continui e spero di rivedere ancora tutte queste bellissime persone colorate di arancione".

Questo gesto, come le continue donazioni per i giochi e arredi nei parchi, l'assistenza ai profughi ucraini, l'aiuto alle famiglie bisognose cittadine, è possibile grazie al ciclo del riuso delle botteghe della Gulliver in piazza redi, via Rossi e via Toscana. Centri del riuso dove la cittadinanza può deve portare quelle cose che non utilizzate possono essere di reale aiuto alla comunità.

"Dopo quasi 15 anni di attività la Onlus Gulliver è divenuta un Ente di Comunità a cui fa riferimento un intera provincia. Con 250 volontari e 50 collaboratori, ogni giorno viviamo la speranza di cambiare questo mondo.

Come una piccola barca che va contro corrente, con la convinzione di cambiare questa corrente del mare.

Un nostro motto è acta non verba, opere concrete. Perchè viviamo in un periodo storico sorprendente, quello che aumenta le possibilità di vita per miliardi di persone. ma aumenta anche la produzione di scarti, sia di materiali che umani.

Attraverso i nostri valori fondamentali, sussidiarietà, partecipazione attiva e generatività sociale, vogliamo creare nuove forme per mettere al mondo opere che generino vita." aggiunge Boccanera a nome di tutti i volontari della Gulliver.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-07-2022 alle 12:28 sul giornale del 02 luglio 2022 - 2041 letture

In questo articolo si parla di attualità, Onlus Gulliver di Pesaro, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ddRi