Vitri replica ai consiglieri di centrodestra ”Sbandierano 27 milioni di opere, stanziati dalla Giunta precedente"

micaela vitri 3' di lettura 26/05/2022 - Il Programma triennale dei lavori pubblici di competenza della Regione Marche per il triennio 2022 2024 - afferma la consigliera regionale Micaela Vitri, relatrice di minoranza del piano in Aula - delude ogni promessa e aspettativa.

I consiglieri regionali di centrodestra esultano per i 27 milioni di opere nella nostra provincia dimenticandosi che questi sono frutto del lavoro avviato durante la scorsa legislatura. Basti pensare alla messa in sicurezza della rupe di Fiorenzuola di Focara con uno stanziamento di 4,8 milioni, già previsto nel 2017, quando l’allora Ministro dell’Ambiente Galletti venne sul posto con il sindaco Ricci, dopo il terribile incendio che devastò il San Bartolo. Stesso discorso vale per le ciclovie turistiche lungo le aste fluviali, anche queste progettate dalla passata amministrazione regionale: ponte ciclopedonale sul fiume Cesano, ciclovie turistiche del Foglia, di Pesaro-Unione Pian del Bruscolo, del Metauro, il Bike Park del Montefeltro.

Anche gli investimenti per la prevenzione del dissesto idrogeologico sono stati ereditati dalla Giunta precedente: manutenzione delle briglie e dell'alveo a valle di S. Filippo sul Cesano nei comuni di Monteporzio e Mondavio, interventi di sistemazione morfologica di un tratto di alveo del Torrente Apsa di San Donato in Località Fornaci e Casse Concordia in Comune di Urbino, interventi di stabilizzazione in alveo e rimozione muro crollato a valle di San Filippo sul Cesano, manutenzione degli argini Fiume Metauro tratto fluviale con opere in 2^ categoria, interventi di manutenzione idraulica nel tratto terminale del Fiume Foglia in Comune di Pesaro, intervento di manutenzione e consolidamento opere idrauliche nel Fiume Cesano in Comune di Pergola, lavori di adeguamento argine del Torrente Arzilla comune di Fano.

Purtroppo invece mancano i nuovi progetti. Baiocchi sostiene che l’Ospedale di Pesaro non è stato inserito perché manca il Piano di fattibilità, non rendendosi conto che dopo circa due anni la gravità sta proprio in questo. Ha capito che spettava a loro predisporlo? In passato sono bastati pochi mesi per inserire l’Ospedale di Fermo nel Programma triennale dei lavori pubblici.

Il dato del 2021 parla di un anno di stasi, in cui si sono investiti in tutta la Regione solo 9 milioni per i lavori pubblici, quanto un comune medio-piccolo, dimostrazione dell’incapacità della Giunta di elaborare una visione strategica e mettere a terra le risorse per il rilancio delle Marche.

Guardando invece questo piano l’impressione è quella di aver messo una Ferrari in mano a un minorenne senza patente. E’ vero che aumentano gli investimenti previsti nel triennio, passando da 124 a 139 milioni nel nuovo piano, ma la programmazione è la stessa degli anni precedenti. Nessuna novità è stata messa in campo dalla Giunta Acquaroli, eccetto i lavori dell’area del mercato ortofrutticolo Codma di Fano con un impegno di spesa di 1,35 milione di euro.

Nel momento in cui l’Europa mette a disposizione risorse senza precedenti-conclude Vitri- la Regione potrebbe modernizzare tutto il territorio, mentre emerge una totale incapacità di progettazione.


da Micaela Vitri
Consigliera Regionale PD





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-05-2022 alle 19:26 sul giornale del 27 maggio 2022 - 250 letture

In questo articolo si parla di regione marche, politica, pd, consiglio regionale, comunicato stampa, Micaela Vitri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c9mC





logoEV
logoEV