A Silvio Cattarina e alla memoria della maestra Aldina Rombaldoni il premio “Le Finestre fiorite di Maria Pia Gennari”

A Silvio Cattarina e alla memoria della maestra Aldina Rombaldoni il premio “Le Finestre fiorite di Maria Pia Gennari” 4' di lettura 18/05/2022 - Assegnato a Silvio Cattarina e alla memoria della maestra Aldina Rombaldoni il premio “Le Finestre fiorite di Maria Pia Gennari”. La consegna è avvenuta oggi nella sala del Consiglio alla presenza di parenti, amici, utenti de L’imprevisto e delle autorità, durante «un pomeriggio di festa e di ricordo» come sottolineato da Camilla Murgia, assessora alla Crescita e alla Gentilezza:

«Tra i diversi riconoscimenti che il Comune assegna, quello dedicato a Maria Pia Gennari spicca in quanto testimonianza delle sue idee, dei suoi valori e dei suoi obiettivi. Ci permette di ricordare la sua bellezza e dignità di spirito di questa grande donna i cui ricordo può aiutarci a essere persone migliori». Come sono riusciti a fare Silvio Cattarina, psicologo ed educatore, fondatore della comunità L’Imprevisto, e la maestra Aldina Rombaldino, a cui è andato il premio alla memoria. «Figure che sono riuscite a trasformare il disagio in un qualcosa di bello che può essere tramandato alle generazioni future».

Istituito dal Comune nel marzo 2021, consegnato oggi per la prima volta a causa delle restrizioni dovute al Covid-19 in vigore lo scorso anno, il premio sottolinea «l’eredità sostanziale e spirituale di Maria Pia Gennari, raccolto e messa a frutto a beneficio di quella parte della collettività, a cui appartengono gli invisibili» ha aggiunto il Prefetto Tommaso Ricciardi presente alla cerimonia insieme alle consigliere comunali Anna Maria Mattioli, Guendalina Blasi e Giulia Marchionni.

A ricevere il premio, alla memoria della maestra Aldina Rombaldoni, è stata la pronipote Maria Paola Zaino: «Ringrazio per questo riconoscimento a nome di tutta la famiglia. Testimonia la generosità che zia ha sempre distribuito. La sua casa è sempre stata aperta e i suoi incoraggiamenti sono ancora importanti per ciascuno di noi».

Silvio Cattarina, ha detto: «Ricevo questo riconoscimento con gratitudine e riconoscenza verso la forza che arriva da Maria Pia. Il suo è stato un “coraggio” di cui tutti abbiamo bisogno per affrontare le fragilità, che altro non sono che timore verso la vita, paura di viverla. Mi auguro di poter essere sempre più come quella “finestra di Maria Pia, aperta sul mondo, disponibile a cercare di capire».

MOTIVAZIONI DEL PREMIO

Silvio Cattarina - Psicologo ed educatore – Premio “Le Finestre fiorite di Maria Pia Gennari”

Per aver dedicato tutta la sua vita a edificare quella che lui definisce “un’opera d’arte stupenda, cioè la persona”. Per lui, l'inclinazione a fare il bene e ad aiutare gli altri, è insita nell'animo umano, “Ma occorre un continuo sostegno perché non si affievolisca, tenendo conto del valore immane della persona e della vita”. Vogliamo imparare da lui: avere lo stesso sguardo con cui accompagna i suoi ragazzi, la stessa tenerezza con cui li accoglie, la stessa certezza che fa ricominciare ogni giorno. Perché la sofferenza è sempre un invito a risalire, a riscattarsi, a volersi bene.

Alla memoria della Maestra Aldina Rombaldoni - Premio “Le Finestre fiorite di Maria Pia Gennari”

Nonostante le difficoltà del periodo bellico, lei ultima di otto figli, riesce a diplomarsi. Maestra elementare senza mai un giorno di assenza per 45 anni dal 1935 al 1980- la sua prima alunna è stata la madre analfabeta -, impegnata nell’associazione Maestri cattolici, ha destinato importanti risorse in diversi campi. La sua lunga vita ha il compimento nel testamento: dopo aver pensato ai familiari, lascia circa 700.000 euro per opere di bene. Lei, che non aveva avuto figli, lascia la sua casa al Centro di Aiuto alla Vita di Pesaro, perché lì si possano accogliere le mamme in difficoltà abitativa. In calce al testamento ha scritto: "In questo mondo siamo tutti solo affittuari e portiamo con noi solo le opere buone e la carità che raccomando anche a voi. Ringrazio e prego per coloro che mi hanno voluto bene e mi hanno assistito e curato con amore e pazienza. Perdono tutti e vi chiedo di ricordarmi nel fare il bene".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-05-2022 alle 19:03 sul giornale del 19 maggio 2022 - 619 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, Comune di Pesaro, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c76d