Aprire una ditta di disinfestazioni: come fare e a chi rivolgersi?

disinfestazione 3' di lettura 04/05/2022 - Se hai deciso di intraprendere una nuova attività lavorativa e vuoi aprire un'impresa nel settore delle disinfestazioni, devi sapere che è necessario effettuare alcuni adempimenti burocratici prima di essere operativo. In questo articolo ti illustreremo tutti gli step per aprire una ditta di disinfestazioni e a chi rivolgerti per ottenere assistenza fiscale.

Che cosa fa una ditta di disinfestazioni

Prima di spiegarti nel dettaglio l'iter burocratico per aprire una ditta di disinfestazioni, vediamo di cosa si occupa e di quali attrezzature è necessario dotarsi per avviare l'impresa. Le aziende che operano nel settore della disinfestazione si occupano principalmente della pulizia e sanificazione dagli ambienti e anche dell'eliminazione di parassiti, animali domestici e specie vegetali che possono compromettere la salute degli individui. Per la disinfestazione o l'igienizzazione degli ambienti, oltre all'assunzione del personale tecnico e specializzato, è opportuno acquistare delle attrezzature specifiche, dei prodotti chimici e almeno un mezzo di trasporto per eseguire il processo di sanificazione presso le sedi private o pubbliche.

Requisiti personali e professionali

Quando si è completato l'acquisto dell'attrezzatura e aver individuato la sede della ditta, per avviare la nuova attività imprenditoriale bisognerà possedere alcuni requisiti professionali e personali. La legge precisa che per avviare un'azienda di disinfestazione è necessario possedere il requisito dell'onorabilità: non aver subito condanne penali o procedimenti fallimentari e non aver avuto contravvenzioni riguardanti il settore del lavoro. Insieme al requisito dell'onorabilità, il titolare deve dimostrare di avere la capacità finanziaria, attraverso i documenti del proprio istituto di credito. Per quanto riguarda i requisiti professionali, il titolare della nuova ditta di sanificazione deve aver assolto l'obbligo scolastico ed essere in possesso di attestati che comprovino la conoscenza tecnica del settore della sanificazione.

Come aprire una ditta di disinfestazioni

Se si hanno tutti i requisiti professionali e personali sopraindicati, si può procedere con la presentazione della Comunicazione Unica (o ComUnica), un documento che ingloba diversi adempimenti burocratici:

  • iscrizione al Registro Imprese presso la Camera di Commercio competente;

  • iscrizione all’Albo degli Artigiani;

  • apertura della Partita IVA;

  • iscrizione alla Gestione Artigiani INPS;

  • iscrizione INAIL.

In seguito bisognerà inviare la SCIA – Segnalazione Certificata di Inizio Attività – presso gli sportelli SUAP del proprio Comune.

La nuova azienda si può avviare solo se si eseguono questi adempimenti burocratici, che possono sembrare complicati per chi non ha mai svolto un'attività di impresa o non ha nessuna conoscenza in materia fiscale o previdenziale. Nel caso in cui vuoi avviare la tua ditta di disinfestazione in pochissimo tempo e con la certezza di non avere nessun intoppo burocratico, è sempre opportuno rivolgersi a dei professionisti direttamente online. Per avere una consulenza professionale riguardante l'apertura di una ditta di disinfestazione, puoi scegliere i servizi online di Fiscozen, una piattaforma che si occupa di supportare e consigliare i titolari di Partita Iva. Con Fiscozen potrai approfittare di un servizio all inclusive e avere sempre al tuo fianco un assistente fiscale, che saprà aiutarti nell'apertura della tua nuova ditta di disinfestazione.


   

di Redazione





Questo è un articolo pubblicato il 04-05-2022 alle 10:39 sul giornale del 04 maggio 2022 - 2686 letture

In questo articolo si parla di lavoro, redazione, disinfestazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/c5uR


logoEV
logoEV
logoEV
qrcode


.