Grida e urla al centro sportivo, arbitro dà in escandescenze: intervengono i residenti

1' di lettura 26/01/2022 - Paura l'altra sera in via Respighi. Le grida provenienti dal parcheggio del centro sportivo hanno allertato e impensierito i residenti.

Erano circa le 23 quando delle urla hanno attirato l'attenzione dei residenti. Al termine di un incontro di calcetto, un "arbitro", alla richiesta di spiegazioni su alcune decisioni prese, è andato in escandescenze.

L'uomo ha iniziato ad urlare e offendere un giocatore, "Muoviti, fammi vedere quanto vali. Sei un pezzo di m...", fino al punto di minacciarlo "Prima ti spacco il c... e poi ti denuncio". Tutte provocazioni fatte a muso duro, faccia a faccia.

Solo grazie al buon senso del giovane che più volte ha dichiarato all'aggressore "Io non alzo le mani", all’intervento della proprietaria del centro sportivo e dei residenti attirati dalle grida dell'uomo, si è evitato il peggio.

Dopo il fatto l'"arbitro" è stato denunciato. Pare non sia la prima volta che l'uomo si pone in atteggiamenti aggressivi.

"Siamo stanchi di vedere scene di questo tipo", commentano i residenti.

Vuoi ricevere le notizie più importanti di Vivere Pesaro in tempo reale su WhatsApp o Telegram?
Per WhatsApp aggiungi il numero 371.4439462 alla tua rubrica ed inviaci un messaggio (es.: ok notizie).
Per Telegram vai su https://t.me/viverepesaro e clicca su "unisciti"






Questo è un articolo pubblicato il 26-01-2022 alle 15:43 sul giornale del 27 gennaio 2022 - 14239 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, pesaro, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cHnU





logoEV
logoEV
logoEV