Da Gradara uno sguardo sul futuro del mondo del turismo: il Virtual Tour approda in Senato

virtual tour gradara 5' di lettura 24/01/2022 - Il futuro del mondo del turismo approda in Parlamento. Nei giorni scorsi Davide Varotti, in rappresentanza della società I Love TE - Consulenza e Strategie di Marketing di Gradara, ha presentato, in videoconferenza con la Decima Commissione del Senato (Industria, Commercio, Turismo), il progetto Virtual Tour Gradara - Capitale del Medioevo, realizzato in collaborazione con Media-Run.

Una finestra sugli scenari futuri legati al settore dell'accoglienza, che si fonde insieme alle nuove tecnologie per offrire esperienze immersive e di realtà aumentata in chiave di valorizzazione del territorio. Ma l'audizione è stata anche l'occasione per fare il punto su problematiche e prospettive connesse allaccessibilità, vivibilità e riqualificazione dei borghi italiani.

Che cos'è il Virtual Tour? Il Virtual Tour di Gradara è raggiungibile al seguente indirizzo: https://www.media-run-vr.online/gradaravirtualtour/index.htm Grazie al Virtual Tour, accessibile attraverso vari device (smartphone, computer, tablet, etc.) il turista sarà catapultato virtualmente nella città e vivrà un racconto in maniera interattiva e consapevole, in cui sarà egli stesso a decidere quali aspetti approfondire. Tramite un VR 360° è possibile scoprire informazioni sui tesori della città, visitare l’interno dei monumenti cittadini, rivivere la storia della città e ascoltare interviste audio. Ma i contenuti multimediali all’interno dell’esperienza possono essere molteplici. Sarà possibile, ad esempio, visitare un museo/ristorante/hotel/teatro,esplorare parchi naturali e riserve, navigare all’interno del centro storico, scoprire i prodotti tipici e le ricette locali, ascoltare la storia e la tradizione del borgo raccontata dal vivo.

All'audizione di presentazione hanno preso parte, oltre ai senatori facenti parte della Decima Commissione, anche alcuni amministratori locali coinvolti nella realizzazione del progetto, come Filippo Gasperi (sindaco di Gradara) e Alfonso Nicolardi (sindaco di Riolo Terme), insieme a rappresentanti del Tavolo di coordinamento Turismo della Provincia di Savona.

Filippo Gasperi: Sono qui oggi, in qualità di sindaco di Gradara, a manifestare le esigenze di territori piccoli come il nostro, i quali però si trovano a gestire siti di interesse culturale e turistico di rilevanza regionale e nazionale, pur avendo magari una disponibilità economica e di risorse umane limitata. Quali sono gli strumenti che vengono in soccorso di queste realtà desiderose di veder crescere la capacità attrattiva del territorio, facendo in modo di trasformarla in un volano per la sua stessa economia? Una prospettiva interessante ci viene senza dubbio offerta da un'innovazione come il Virtual Tour, capace di rispondere in maniera efficace alle nuove esigenze legate al mondo digital. Uno strumento, il Virtual Tour, che ci permette di abbinare promozione turistica e nuove interessanti opportunità per il settore privato. Uno strumento non limitato alla sola esperienza virtuale, ma che di fatto contribuirsce a stimolare e incentivare una fruizione anche di tipo fisico.

Davide Varotti: Il Virtual Tour è una risorsa tecnologia dal potenziale ancora in parte inesplorato. Nel nostro Paese è presente già da alcuni anni, ma fino ad oggi è stata forse ad appannaggio esclusivo di grandi città o musei prestigiosi. L'intuizione, su cui abbiamo deciso di scommettere insieme all'amministrazione comunale di Gradara, è stata quella di un Virtual Tour sostenibile, pensato su misura per piccole realtà come i nostri borghi. Una piattaforma, dunque, facile da replicare, progettabile e realizzabile in tempi rapidi e con una spesa adeguate alle disponibilità finanziarie degli enti locali. Quello che abbiamo messo a punto con la collaborazione di Media-Run è uno strumento che ridisegna la percezione del territorio, ma che allo stesso tempo incrementa e amplifica le opportunità economiche per il settore privato. Pensiamo, ad esempio, alla possibilità di sviluppare una rete e-commerce che consenta di esplorare virtualmente le vetrine di negozi, di effettuare ordini e acquisti, di prenotare cene e degustazioni. Una rete estesa a tutti gli operatori del territorio, dagli hotel ai bed & breakfast, dai ristoranti alle cantine passando botteghe storiche. A ciò si unisce un'altra peculiarità. Grazie alla sua multimedialità, infatti, il Virtual Tour non rende accessibile soltanto una singola realtà, ma è in grado di veicolafre operazioni marketing in grado di coinvolgere unioni di Comuni o territori molto più ampi. Senza dimenticare, infine, la sua natura, che è quella di un continuo work in progress, una risorsa continuamente aggiornabile e implementabile.

Sen. Marco Croatti: Il PNRR è una grande opportunità ma allo stesso tempo una grande sfida che il Paese non si può permettere di non centrare. L’affare assegnato di cui sono relatore sulle problematiche di accessibilità, vivibilità e riqualificazione dei borghi, in un'ottica territoriale, per quanto attiene allo sviluppo turistico, economico e sociale, portato avanti in commissione Industria, Commercio, Turismo al Senato va in quella direzione. Ci sono tre grandi sfide da affrontare per rendere i nostribBorghi un volano economico, turistico e generatore di sviluppo. Anzitutto, le infrastrutture fisiche per collegare e raggiungere questi tesori del nostro Paese. In secondo luogo, un’incentivazione sulla fiscalità per consentire di sviluppare potenzialità ed energie imprenditoriali. Terzo punto: l’accessibilità fisica e digitale. In riferimento a questo ultimo punto nasce l’audizione del Comune di Gradara e la presentazione del Virtual Tour.

Francesco Maria Faroni (presidente di Media-Run Srl): Siamo orgogliosi di aver messo a disposizione le nostre competenze nel campo digital per la realizzazione di un progetto così importante che si lega ad uno dei borghi più affascinanti del nostro Paese. La tecnologia a cui stiamo lavorando ormai da tempo farà sì che i virtual tour possano diventare uno strumento di promozione e marketing territoriale da utilizzare nell'ambito di fiere o eventi del settore per veicolare la scoperta e la conoscenza di un determinato territorio, amplificandone la visibilità non solo nel territorio nazionale ma anche all'estero.






Questo è un articolo pubblicato il 24-01-2022 alle 11:11 sul giornale del 25 gennaio 2022 - 371 letture

In questo articolo si parla di gradara, virtual tour gradara

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cG49





logoEV
logoEV