Pesaro rinuncia ai "Mediterranean Beach Games 2023"

Mediterranean Beach Games 2023 2' di lettura 18/01/2022 - È stato il sindaco Matteo Ricci a rispondere all’interrogazione a firma dei consiglieri Giovanni Dallasta, Giulia Marchionni, Michele Redaelli, Daniele Malandrino, Dario Andreolli, Roberto Biagiotti, Emanuele Gambini, Francesco Totaro e Andrea Marchionni sui "Mediterranean Beach Games 2023", «a cui abbiamo rinunciato perché un peso troppo oneroso per l’Amministrazione».

Il sindaco ha ripercorso i passaggi della vicenda: «Nel 2019 abbiamo proposto al Coni la candidatura di Pesaro ai Giochi del Mediterraneo, ma il Governo, ha deciso di puntare su Taranto. A quel punto, in accordo con il presidente Malagò, abbiamo avanzato la candidatura di Pesaro per i “Mediterranean Beach Games”, considerandolo un evento che potesse rafforzare ulteriormente l’identità balneare della città. La risposta è stata positiva, l’Italia si è aggiudicata entrambi gli eventi».

Poco dopo, c’è stato il cambio di governo. «Nel frattempo sul nostro tavolo è arrivata la proposta di contratto da parte del comitato che prevedeva impegni a carico del Comune quantificabili in circa 3,5milioni di spese. Una cifra mai chiesta da altri eventi e che non ci avevano comunicato al momento della candidatura. A quel punto la Regione non ha ritenuto di co-firmare il contratto e si è impegnata a dare un contributo di 300mila euro. Mi sono rivolto allo Stato, che non ha dato garanzie e senza una copertura non me la sono sentita di accettare, sarebbe stato un peso troppo oneroso per l’Amministrazione. Il presidente Malagò ha compreso la situazione».

La gara è stata assegnata alla Grecia: «Era una bella occasione dal punto di vista promozionale, ma l’impegno chiesto al Comune era spropositato senza una garanzia dello Stato». Ora proviamo a rilanciare su altre manifestazioni, in particolare sul tennis, sport che è tornato prepotentemente alla ribalta».

Marchionni Giulia (Prima c’è Pesaro): «Le date non tornano. La delibera con cui la giunta si impegna con il comitato internazionale è del marzo 2021 e tra gli allegati c’è anche il contratto». «Spiace – aggiunge - perché la Regione si era impegnata e spiace per i mille euro stanziati dal Comune per un bando promosso per la creazione di un logo ad hoc per l’evento. Faremo un’ulteriore interrogazione».






Questo è un articolo pubblicato il 18-01-2022 alle 09:48 sul giornale del 19 gennaio 2022 - 5437 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, pesaro, articolo, Mediterranean Beach Games 2023

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cFMW