Sanità: con chi vogliamo prendercela?

umberto gnudi 2' di lettura 05/12/2021 - Sui media risalta in questi giorni la notizia della reazione del Primario del Pronto Soccorso di Pesaro nei confronti dei no-vax.

Il sanitario sottolinea il suo scoramento e la sua rabbia nel dovere continuamente prendersi cura di chi per sue personali convinzioni non vuol prendersi la responsabilità collettiva della prevenzione, di fronte ad una pandemia che si sta rivelando sempre più difficile da contenere, in particolar modo anche a causa del comportamento di chi rifiuta di vaccinarsi, di portare mascherine e di fare distanziamento sociale.

La reazione del sanitario è comprensibile, alla luce poi del fatto che la Provincia di Pesaro è stata una delle aree da subito violentemente investite dall’ondata pandemica e, al tempo stesso, dove si concentra ancora il numero più alto di no-vax della regione.

Va sottolineato però che oltre i cattivi no-vax, dovrebbero essere oggetto della rabbia del clinico anche altri soggetti, quali i rappresentanti politici che continuano a strizzare l’occhiolino ai no-vax.

Come poi non dire qualcosa anche a qualche rappresentante delle istituzioni, di ieri e di oggi, che ha reso possibile un depauperamento del servizio sanitario nazionale determinante importante sulle ricadute della presente pandemia.

Per non parlare anche dell’organizzazione delle vaccinazioni, e dei tamponi, e dell’arruolamento del personale mancate, che sembra sempre qualcosa deciso all’ultimo minuto, mentre chi governa dovrebbe caratterizzarsi per la sua capacità di organizzare le risorse, per tempo, e sostenere le fragilità.

Facile prendersela con i no-vax, ma non basta. Per cui al clinico di cui sopra e a quanti si uniscono al suo pensiero rivolgiamo il nostro appello accorato di non disperdere le forze e indirizzare la protesta contro i signori del palazzo e della poltrona in molti casi responsabili delle criticità in atto.


Nota a firma: Alternativa Libertaria- Fano/Pesaro. Anarchici Valcesano. Circolo studi sociali Ottorino Manni, Senigallia. Gruppo anarchico Kronstadt, Ancona. Federazione anarchica italiana – sez. Bakunin, Jesi, sez. Ferrer, Chiaravalle. Unione sindacale italiana, Fano.


da Alternativa Libertaria- Fano/Pesaro. Anarchici Valcesano. Circolo studi sociali Ottorino Manni, Senigallia. Gruppo anarchico Kronstadt, Ancona. Federazione anarchica italiana – sez. Bakunin, Jesi, sez. Ferrer, Chiaravalle. Unione s





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-12-2021 alle 09:53 sul giornale del 06 dicembre 2021 - 3460 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, pronto soccorso pesaro, comunicato stampa, covid, umberto gnudi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cyhX





logoEV
logoEV
logoEV