Scarpette rosse e Scarpette blu: due mostre dedicate alla “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”

4' di lettura 24/11/2021 - Anche quest’anno Pesaro aderisce alle iniziative promosse dalla Associazione Italiana Città della Ceramica (AICC) in occasione della “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne” che si celebra in tutto il mondo giovedì 25 novembre con gli eventi “Scarpette rosse in ceramica”.

La rassegna giunta alla V edizione si amplia inoltre promuovendo la sensibilizzazione su un ulteriore problema che colpisce il mondo femminile: la situazione delle Donne in Afghanistan, dedicandovi la realizzazione di "Scarpette Blu in ceramica" come il colore dominante dei loro veli. Un progetto promosso da FIDAPA - Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari e da Pupa Tarantini (ex assessore del Comune di Oristano e promotrice di Scarpette Rosse) Presidente della sezione di Oristano.

Pesaro dà il suo contributo coinvolgendo le realtà del territorio. Il Comune di Pesaro – Assessorato alla Bellezza e Sistema Museo hanno organizzato due mostre sui due temi, in collaborazione con l’Associazione Amici della Ceramica e Studio d'arte Tiziano Donzelli e una visita guidata a tappe in città per raccontare una storia tutta al femminile.

Giovedì 25 novembre alle 11 appuntamento allo Spazio Sora di via Rossini 35 per l’inaugurazione di “Scarpette blu in ceramica” alla presenza dell'Assessore alla Gentilezza e alla Crescita, Giuliana Ceccarelli e degli organizzatori. Si potranno qui ammirare le nuove e originali opere create dai ceramisti pesaresi. Ma non solo, si potrà anche vedere il video del concerto con l’Orchestra Olimpia di Pesaro, realizzato nella sala degli specchi del Museo Nazionale Rossini lo scorso luglio per l’anniversario della Fondazione Wanda Di Ferdinando, in collegamento in diretta con alcune giovani musiciste afghane dall’orfanotrofio AFCECO – Afghan Child Education and Care organization – di Kabul. La mostra è allestita fino al 9 gennaio, visitabile tutti i giorni in orario 10-19.

L’inaugurazione proseguirà con la visita a “Scarpette rosse in ceramica”, mostra diffusa nelle sale di Palazzo Mosca - Musei Civici che accolgono le scarpette-simbolo della violenza sulle donne, realizzati dai ceramisti pesaresi, ognuno con una sensibilità diversa: sculture, piatti, mattonelle, piastrelle realizzati utilizzando tecniche diverse come la tradizionale maiolica, l’argilla semi-refrattaria e la terraglia, decorati con smalti e ossidi. L’esposizione sarà visitabile fino all’8 dicembre (ingresso alle collezioni con Biglietto unico Pesaro Musei).

Domenica 28 novembre alle 17, il pubblico è inoltre invitato a partecipare alla visita guidata in città “Racconti al femminile”. Elena Bacchielli conduce i visitatori alla scoperta di storie di donne, vissute a Pesaro dal Medioevo ai giorni nostri, che narrano fatti di violenza sotto diversi punti di vista. Si parte da Palazzo Mosca ricordando le sorelle Bianca e Vittoria Mosca e, proseguendo per tappe, dedicate a Francesca da Rimini, a Rosina Frulla - partigiana pesarese e a Carolina di Brunswick - principessa del Galles, si giunge infine nel giardino della Biblioteca San Giovanni, davanti alla ciminiera della lavanderia dell'ex manicomio San Benedetto, con la storia di violenza subita dalla paziente Geltrude Artusi (Prenotazione obbligatoria T 0721 387541 - Ingresso libero).

Così dichiara il Presidente di AiCC Massimo Isola, "torna SCARPETTE ROSSE in CERAMICA, torna con rinnovata energia, torna perché nel corso degli anni abbiamo visto che questo tipo di manifestazione ha un impatto sull'opinione pubblica importante, riesce a coinvolgere istituzioni, scuole, associazioni, cittadini. Un'esperienza importante, positiva che nel corso di questi anni ha portato decine di Amministrazioni Comunali a proporre progetti, a coinvolgere artigiani, ad animare il dibattito pubblico. La Ceramica e il mondo dell'Artigianato Artistico da sempre si occupa delle questioni della vita delle persone da un punto di vista materiale e da un punto di vista immateriale, non solo portando bellezza nelle nostre case, nei nostri musei. In questa direzione va questo progetto, non l'unico; ci occupiamo da sempre dei temi dei diritti, dei grandi valori, delle relazioni tra i popoli e ancora una volta dimostriamo che la ceramica è uno strumento utile a migliorare la vita delle persone perché con queste iniziative siamo convinti che riusciamo a dare un piccolissimo ma importante contributo al dibattito contro la violenza sulle donne e riusciamo nelle nostre città a parlare anche agli indifferenti, andare ad aggredire spazi pubblici, piazze, angoli, pezzi di strada, istituzioni, andando a lanciare un messaggio molto forte nel quale crediamo".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-11-2021 alle 10:00 sul giornale del 25 novembre 2021 - 533 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, musei, Pesaro Musei, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cvWt





logoEV