Inaugurati nuovi giochi e arredi inclusivi al parco “Maestri del Lavoro”

nuovi giochi e arredi inclusivi al parco “Maestri del Lavoro” 4' di lettura 27/10/2021 - Nuovi tasselli si aggiungono al progetto nazionale “A scuola di inclusione: giocando si impara”, di UILDM - Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare per promuovere il diritto al gioco dei bambini con disabilità.

Sono stati infatti inaugurati ufficialmente oggi i nuovi giochi e arredi inclusivi installati la scorsa estate a Pesaro, al parco “Maestri del Lavoro” di via Volontari del sangue: una giostra “Carosello”, due pannelli ludico – sensoriali e un tavolo da pic nic inclusivo, che può essere utilizzato anche da persone in carrozzina. Insieme alle giostre è stato posato un pavimento smorza caduta.

“Siamo molto felici del risultato che abbiamo raggiunto. Il progetto è frutto di un proficuo lavoro di rete che ha coinvolto tutta la comunità di Pesaro – ha dichiarato Bruno Premilcuore, presidente di UILDM Pesaro - Le giostre sono un dono che UILDM vuole fare a tutti i bambini. Da nonno sono molto emozionato e desidero che questo parco sia un luogo di divertimento e di gioia per i bambini, i genitori e i nonni che lo frequenteranno”.

Nel comune di Pesaro il progetto è stato reso possibile grazie alla collaborazione tra Sezione UILDM di Pesaro e Urbino, CSV provinciale (Centro Servizi Volontariato) e amministrazione comunale, i cui rappresentanti hanno preso parte all’evento, insieme alla vice preside e a un gruppo di studenti dell’Ic “L. Pirandello”, coinvolti nel percorso di sensibilizzazione collegato.

“Quando ci è stata presentata questa iniziativa, abbiamo aderito subito, inserendola anche all’interno dei nostri progetti per le scuole, per farla conoscere a bambini e ragazzi. – ha spiegato Tomas Nobili, presidente del CSV provinciale - È un progetto che permette di essere al fianco dei bambini con disabilità e di promuovere concetti importanti come l’universalità del diritto al gioco, l’inclusione, il valore dei beni comuni, ma anche di evidenziare l’importanza del fare rete tra terzo settore e pubblica amministrazione, e il nostro ruolo è anche quello di accompagnare le associazioni in questa direzione”.

“Grazie all'Uildm per il regalo fatto alla città. – ha detto Enzo Belloni, assessore all'Operatività del Comune di Pesaro - Appena abbiamo saputo della volontà del dono abbiamo subito pensato a questo parco, molto frequentato dai residenti del quartiere e dagli studenti delle diverse scuole presenti. Siamo sicuri del fatto che più un luogo viene vissuto, più è difficile che lo stesso venga danneggiato dai maleducati. L'Amministrazione sta facendo la sua parte, arricchendo gli spazi verdi della città e portando avanti, di pari passo, l'inserimento di giochi inclusivi. Lo abbiamo fatto a partire da maggio, al Miralfiore, e proseguiamo un po' alla volta per fare in modo che in tutti i quartieri siano presenti permettendo così ai bimbi di essere gli uni più vicini agli altri”.

Il progetto della UILDM, finanziato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali ex Avviso 01/2018, coinvolge anche il mondo della scuola, a Pesaro con l’Ic “Pirandello” dove quattro classi - due quinte della primaria e due della secondaria di primo grado – sono state coinvolte in un ciclo di incontri sui temi del diritto al gioco per tutti e dell’inclusione sociale.

"Il concetto di inclusione racchiude in sé il riconoscimento della ricchezza che portano le differenze individuali, che sono patrimonio di tutti. - ha aggiunto Giuliana Ceccarelli, assessora comunale alla Crescita e alla Gentilezza - Il termine è da sempre una parola chiave per la Pirandello, così come per le altre scuole della città che sono state capaci di mettere in rete i genitori e coinvolgere, in tutte le attività, i bambini con disabilità. Sappiamo che i ragazzi, mettendo in pratica questo valore, vivono un'esperienza formativa molto forte che permette loro sia di comprendere il concetto di umanità, sia di accogliere la diversità come opportunità di arricchimento”.

All’iniziativa erano presenti anche il presidente della sezione UILDM di Ancona Stefano Occhialini, il presidente del Consiglio comunale di Pesaro, con delega per la redazione del Peba, Marco Perugini, la vice preside dell’Ic Pirandello Erica Giorgi, e Sara Piccioli del Quartiere 2 "Cinque Torri - Santa Veneranda".

La mattinata è proseguita poi nella palestra della scuola secondaria di primo grado dello stesso istituto comprensivo, con il concerto della rock band “Ladri di Carrozzelle” dedicato alle classi coinvolte nel progetto, come ulteriore momento di sensibilizzazione, attraverso la musica e il divertimento.

I Ladri di Carrozzelle nascono nell’estate del 1989 e sono un’attività laboratoriale della Cooperativa Arcobaleno di Frascati, che coinvolge una ventina di persone con diversi tipi di disabilità. Nei loro concerti, diffondono un genere musicale originale, la musica SBROCK, dove l’allegria e l’impegno per l’inclusione della band si esprimono pienamente.

Continua anche sulla piattaforma For Funding di Intesa Sanpaolo la raccolta fondi per promuovere il diritto al gioco dei bambini e rendere accessibili i parchi coinvolti nel progetto. Fino al 31 marzo 2022 ecco il link per sostenere “A scuola di inclusione: giocando si impara”: https://www.forfunding.intesasanpaolo.com/DonationPlatform-ISP/nav/progetto/giocando-si-impara.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-10-2021 alle 15:43 sul giornale del 28 ottobre 2021 - 375 letture

In questo articolo si parla di attualità, Csv Pesaro, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cqNA





logoEV
logoEV