Centro regionale autismo di Pesaro, Biancani: "Passeranno anni prima di attivare i servizi per le famiglie"

Centro regionale autismo di Pesaro 2' di lettura 12/10/2021 - «Giovedì scorso ho nuovamente incontrato il sindaco Ricci, l'assessore all'urbanistica Andrea Nobili e i tecnici dell'amministrazione comunale per parlare della struttura. Mi è stata assicurata la piena disponibilità ad approvare una variante urbanistica in via Vatielli per ricavare gli spazi necessari al Centro». Andrea Biancani, Vicepresidente del Consiglio regionale (Pd), fornisce l'ultimo aggiornamento in ordine di tempo sull'iter di realizzazione del Centro regionale per l'autismo di Pesaro, puntualizzando tutti i passaggi che hanno portato ai ritardi nel suo avvio.

«Non è certo per la mancanza di volontà politica se fino ad oggi non sono partiti i lavori per la sua realizzazione – sottolinea Biancani – Da anni mi sto occupando del progetto, finanziato già nel 2017 con 800mila euro, a conferma della determinazione nel volerlo costruire. Per sollecitare i tecnici, ho organizzato incontri e sopraluoghi, senza trascurare l'attività ispettiva nell'Aula del Consiglio regionale, con una mozione approvata all'unanimità nel dicembre del 2019 e tre interrogazioni. La prima quattro anni fa, l'ultima del gennaio scorso, alla quale ha risposto l'assessore Saltamartini che ha assicurato piena collaborazione».

In merito a quanto recentemente apparso sulla stampa, «leggere le dichiarazioni che solo oggi a Pesaro partirà concretamente la nuova struttura dedicata all'autismo grazie all'interessamento di un consigliere regionale dell'attuale maggioranza, attribuendo tutti i ritardi al precedente governo regionale, mi sembra ingeneroso e lontano dalla realtà. Nessuno ha la bacchetta magica ea me piace parlare chiaramente. Purtroppo i tempi non saranno brevi, passeranno anni prima di attivare i servizi per le famiglie. Il progetto non ha visto ancora la luce a causa di procedure infinite e farraginose, di cui, spesso, purtroppo, le stesse strutture tecniche fanno fatica a definire le modalità per procedere».

«I passaggi ancora necessari per aprire il cantiere sono numerosi – spiega Biancani – Deve essere commissionata dall'Asur la redazione del progetto e predisposto il bando sia per l'esecuzione dei lavori, sia per l'affidamento dei servizi che saranno attivati nel Centro. Tutte procedure che richiederanno anni, ma per le quali dobbiamo impegnarci senza colori politici, perché stiamo parlando di una struttura necessaria e urgente per tutto il territorio. Se altri rappresentanti politici vogliono spendersi per contribuire a raggiungere questo traguardo, non posso che esserne felice. Ma prima occorre verificare come stanno effettivamente le cose, evitando di strumentalizzare politicamente una battaglia che è giusto condividere, ma i cui tempi, purtroppo, saranno lunghi a causa di procedure estenuanti. Procedure incomprensibili, giustamente, per le famiglie, ma delle quali un rappresentante delle istituzioni deve essere consapevole».


da Andrea Biancani
Consigliere Regionale 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-10-2021 alle 11:02 sul giornale del 13 ottobre 2021 - 347 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, pesaro, andrea biancani, consigliere regionale, comunicato stampa, Centro regionale autismo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cnTj





logoEV
logoEV