Riqualificazione dei borghi: a disposizione risorse regionali per circa 7,8 milioni

Montefabbri 2' di lettura 09/10/2021 - Riqualificazione e valorizzazione dei borghi e dei centri storici delle Marche, ma anche promozione e sviluppo del turismo diffuso e sostenibile. Sono le finalità della proposta di legge, a iniziativa della Giunta regionale, approvata a maggioranza dalla Commissione Sviluppo economico presieduta da Andrea Putzu (FdI).

In campo nel periodo di programmazione 2021-2023 fondi regionali per 7,8 milioni. Serviranno per la riqualificazione e valorizzazione dei borghi attraverso azioni trasversali che interesseranno diversi ambiti. Dal turismo, alla cultura, al commercio, l’artigianato artistico, l’agricoltura, il mondo imprenditoriale, le politiche attive del lavoro, le reti telematiche, senza dimenticare gli interventi edilizi per la conservazione degli immobili.

“Una legge importante, voluta dal Presidente Acquaroli che ringrazio per l’impegno che sta mettendo ogni giorno – sottolinea Putzu - per rilanciare le Marche. La nostra priorità è quella di valorizzare i nostri splendidi borghi e centri storici. E attraverso questa norma questo sarà possibile. Finalmente daremo l’opportunità ai piccoli comuni di riqualificarsi e contribuiremo a rivitalizzare il territorio. Penso soprattutto ai tanti borghi distrutti dal sisma, abbandonati, che potranno rivivere grazie proprio agli interventi previsti dalla proposta di legge che abbiamo approvato”.

Anche per il relatore di maggioranza, Marco Ausili (FdI) “si tratta di uno strumento estremamente importante, sul quale intendiamo investire molto perché interessa la capacità dei nostri meravigliosi borghi e centri storici di diventare più ospitali, permettendo loro anche di riqualificarsi. Il tutto con l’obiettivo di produrre effetti positivi sul territorio, soprattutto sul fronte dell’accoglienza turistica alla quale questa maggioranza tiene molto”. E ancora: “La pdl puo' contare su risorse regionali per circa 7,8 milioni che contiamo comunque di incrementare con i prossimi bilanci e alle quali vanno anche aggiunti i fondi europei destinati a interventi settoriali”.

Per il relatore di opposizione, Antonio Mastrovincenzo, che insieme al suo gruppo ha scelto di astenersi “le finalità della proposta di legge sono sicuramente apprezzabili. Il testo presenta aspetti condivisibili – dice - ed altri ancora migliorabili. Ho presentato diversi emendamenti in Commissione, poi approvati, per integrare alcuni articoli, anche riprendendo le sollecitazioni delle associazioni audite nelle settimane scorse. Probabilmente depositeremo altri emendamenti prima della discussione in Aula”. Per quanto riguarda invece i finanziamenti “il nostro giudizio – prosegue Mastrovincenzo - è assolutamente negativo. Sono previsti 2 milioni di euro per il 2021 che sta ormai terminando e 5.800.000 euro per il 2023, nulla per il prossimo anno. Complessivamente lo stanziamento per la legge è insufficiente: non vorremmo fosse un ennesimo spot pubblicitario che in realtà rimane tale senza tradursi in fatti concreti"






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-10-2021 alle 09:26 sul giornale del 10 ottobre 2021 - 553 letture

In questo articolo si parla di regione marche, montefabbri, vallefoglia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cnvq





logoEV
logoEV