Pesaresi protagonisti all'Oceanman, Di Iacovo primo nella staffetta: special guest Filippo Magnini

di iacovo magnini 5' di lettura 27/09/2021 - 300 atleti da 21 nazioni hanno nuotato ieri nelle acque di Cattolica per la tappa italiana di Oceanman, il campionato di nuoto su lunga distanza più famoso al mondo.

Nella gara da 10 km ha trionfato la Francia grazie a Bertrand Venturi che in 2:06:49 ha battuto Alessandro Gadani, secondo generale e primo della categoria junior, ed il connazionale Olivier Delfosse. Prima donna a tagliare il traguardo Laura Volpi che ha completato i 10000 metri di nuoto in 2:27:10.

La Half Oceanman da 5 km è stata vinta dal giovane austriaco Christoph Kirschka in 1:05:59 davanti per soli due secondi ad Artur Arent. Terzo classificato Alessio Spelonchi, che con 1:06:30 porta sul podio la polisportiva comunale di Riccione. Grande prestazione per la cattolichina Eleonora Tagliaventi, polisportiva Garden Rimini, prima della sua categoria con 1:28:16.

Margherita Sorini ha vinto la 5 km nella categoria inspirations, dedicata ai paratleti. Al secondo posto Massimo Resta e, terzo, Stefano Pozzan.

La gara sprint, 1500 m, vede un podio tutto italiano: terzo posto per Jonathan Ciavatella, secondo a Marco Pucci e oro a Lorenzo Gallazzi che ha vinto la gara in poco più di 20 minuti.

31 minuti quelli necessari a Di Iacovo – Pucci – Spelonchi per vincere la staffetta, davanti al team misto Arent – Bednarek – Kirsachka. Terzo posto per la squadra greca Arniakos – Arnialos – Gialoumakis.

Cattolica protagonista nella gara kids vinta da Jordi Pretolani che ha nuotato i 500 m in 4:37, seguito da Matteo Gaudenzi.

Oceanman è un evento internazionale che ha portato il grande nuoto a Cattolica e il nome dell’Emilia Romagna nel mondo; una giornata di gare contendendosi la vittoria nel circuito più famoso al mondo per il nuoto in acque libere: alle premiazioni Filippo Magnini, lo stileliberista italiano più forte di sempre, il re magno del nuoto, ha consegnato le medaglie e risposto alle domande dei fan desiderosi di carpire i suoi segreti.

Consigli e storie di sport che il campione ha condiviso nel talk show “Shark Life”, disponibile da ieri sera sulla pagina facebook della Shark Sport Week: grazie infatti al progetto “REMIND – know to win” Filippo Magnini dona allo sport parte di ciò che ha ricevuto nella sua sfolgorante carriera, nozioni e tecniche frutto di miliardi di bracciate. Insieme a lui, Kristian Ghedina, ex sciatore e pilota automobilistico: anche lo specialista delle prove veloci ha raccontato il suo viaggio prima di diventare campione, un percorso di impegno e sacrificio ma, soprattutto di passione.

Passione in primis anche per Giulio Molinari, il traithleta che vanta la miglior prestazione italiana di sempre al mondiale Ironman alle Hawaii (8h21'52” nel 2018): interessante il confronto con i velocisti e, nella diversità di approccio alla gara, anche il racconto del suo approccio alla multidisciplina.

Hanno completato il talk le esperienze di Nicholas Montemaggi, esperto di turismo e di sport, Yana Savechko, atleta ed istruttrice di yoga, Stefano Sorbino, ex karateca ed oggi manager di importanti realtà sportive, Eleonora Tagliaventi, nuotatrice cattolichina che fu capace di salire sul podio a 4 mesi dalla nascita della sua primogenita, ed il dottor Samuele Valentini, biologo nutrizionista che ha ricordato l’importanza della sana e corretta alimentazione, nello sport e nella vita di tutti i giorni.

Il talk show, nato grazie alla sinergia fra la Sharkman Triathlon ASD ed il team di REMIND, il progetto voluto e realizzato da Filippo Magnini insieme a Mike Maric e Luca di Tolla, si è perfettamente inserito nella Shark Sport Week il cui obiettivo è proprio quello di avvicinare allo sport e farlo praticare in un contesto speciale, la Romagna, terra in cui il mare e le colline permettono di abbinare allenamenti e gare in luoghi bellissimi, pieni di colori e panorami mozzafiato, con momenti di relax, per atleti ed accompagnatori, ricchi di storia, cultura ed enogastronomia.

L’evento nasce grazie al supporto della Regione Emilia Romagna, di VisitRomagna, di APT Servizi e dell’Amministrazione comunale di Cattolica: supporto istituzionale che si è integrato con quello privato, locale e non. Banca Popolare Valconca ha sostenuto l’iniziativa, Reggini concessionaria Audi ha dotato il team organizzativo e gli ambassador di una flotta green di auto elettriche ed ibride, il gruppo Costa Parchi che ha permesso di eleggere l’Acquario sede delle attività ludiche e sportive, gli albergatori cattolichini hanno dimostrato ampia disponibilità così come il Circolo Nautico che ieri ha dato prova di grande organizzazione e competenza, così come la Guardia Costiera che ha garantito la sicurezza in mare. Un sistema integrato e coeso che ha dato prova di poter affrontare grandi eventi, in mare così come sulla terra ferma.

Proprio in questa particolare chiave di lettura di un territorio ospitale e reattivo la giornata di ieri si è conclusa augurando l’arrivederci al 2022 per Oceanman Cattolica, sperando, come detto da Fermin Egido, il ceo spagnolo del circuito mondiale “che questa tappa possa crescere sempre di più ed accogliere, lasciata alle spalle la pandemia, un pubblico ancora più internazionale.”

Ora la Shark Sport Week continua, sessioni di allenamento, workshop e clinic gratuiti fino a giovedì.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-09-2021 alle 11:56 sul giornale del 28 settembre 2021 - 1574 letture

In questo articolo si parla di sport, pesaro, cattolica, comunicato stampa, oceanman

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/clj7