Scomparso Paolo Bruscoli, il ricordo dell'Anpi

anpi 1' di lettura 26/09/2021 - L’Anpi “Città di Pesaro” con la scomparsa di Paolo Bruscoli perde uno dei suoi più affezionati tesserati; vogliamo rivolgere alla signora Rita, anche lei nostra affezionata, il nostro cordoglio e manifestare il dispiacere per la perdita di una figura professionale conosciuta da tutta la città anche per lo spessore umano che lo identificava.

Lo abbiamo apprezzato per la sua attenzione alla memoria storica e per la sua capacità di raccontare attraverso i suoi ricordi l’atmosfera di un periodo difficile quale quello della guerra. La scrittura chiara e scorrevole rende davvero piacevole la lettura del testo che ci aveva regalato:

“Ragazzo nel ‘44” e pian piano scorrendo le pagine emergono luoghi, eventi e persone che ricostruiscono il quadro generale della storia della città vista attraverso gli occhi di un ragazzo; non solo i suoi ricordi, le sue esperienze ma anche le impressioni per eventi inimmaginabili e attraverso quello sguardo la vita di una comunità. Il suo modo di raccontare lo rappresenta, davvero un uomo gentile, attento agli altri, con un atteggiamento curioso e lieto sul mondo, nonostante tutto quello che accadde in quell’anno di guerra, il 1944.

Speriamo sempre di trovare scritture di memorie, diari personali, lettere o spezzoni di ricordi trascritti a volte in momenti difficili, Paolo Bruscoli lo ha fatto con sapienza e noi lo ringraziamo; useremo il suo testo negli incontri con gli studenti più giovani anche se speravamo di farlo con lui. Dall’Anpi un saluto a Paolo e un grande abbraccio alla moglie Rita Quadrini .






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-09-2021 alle 11:18 sul giornale del 27 settembre 2021 - 5085 letture

In questo articolo si parla di attualità, anpi, anpi pesaro, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cldO





logoEV
logoEV