Che cos’è il Private Cloud Managed

3' di lettura 30/07/2021 - Il Private Cloud Managed è un prodotto assai interessante, una soluzione ottima per aziende e altre realtà che intendono mettere in rete un sito Internet e che pretendono performance di altissimo livello.

Ma andiamo per gradi, ponendoci anzitutto una domanda: cosa occorre per pubblicare in rete un sito web?

Soluzioni server: infrastruttura di proprietà o servizio hosting

Come molti sanno, affinché un sito possa essere regolarmente in rete è necessario che sia ospitato da uno spazio server, e le alternative più note per procurarsi un server sono due: dotarsi di un server di proprietà, soluzione fattibile, certo, ma molto complessa a livello tecnico oltre che onerosa a livello realizzativo e gestionale, oppure usufruire di un servizio hosting fornito da una società specializzata.

Nella grande maggioranza dei casi si opta per quest’ultima soluzione, essendo obiettivamente molto più pratica, agevole ed economica; i pacchetti server forniti dalle aziende specializzate, peraltro, possono presentare le peculiarità più disparate in relazione alle proprie esigenze.

L’alternativa del Private Cloud Managed

Il Private Cloud Managed è una sorta di terza alternativa, è una soluzione che riesce di fatto ad unire i punti di forza dell’una e dell’altra opportunità che abbiamo descritto, scopriamo subito perché.

Il server di proprietà sa garantire performance ottime, trattandosi di un’infrastruttura dedicata, e questo è il motivo principale per cui grandi aziende, pubbliche amministrazioni e realtà analoghe scelgono di dotarsene.

Per contro, acquistare un servizio hosting esonera da qualsiasi incombenza tecnica, dal momento che a garantire il servizio è il provider, non bisogna possedere delle infrastrutture fisiche, inoltre i costi sono, nella grande maggioranza dei casi, di molto inferiori rispetto a quanto necessario per gestire un server di proprietà.

Tutti questi “pro” convivono nel Private Cloud Managed, prodotto nel quale, al contempo, non vi è traccia dei “contro” che contraddistinguono l’una e l’altra soluzione che abbiamo descritto: si evitano costi esorbitanti, non vi è rischio che guasti o problematiche tecniche rendano momentaneamente inaccessibile il sito web e le risorse non vengono ospitate in infrastrutture condivise, ma sempre e soltanto dedicate.

Altri interessanti vantaggi di questo servizio

Non c’è che dire, dunque, i vantaggi legati alla fruizione di un Private Cloud Managed sono assai importanti, ma non si fermano a quanto visto: per scoprire di più può essere utile dare un’occhiata a quanto presentato da una società che propone, appunto, questo tipo di servizi, come Flamenetworks.com.

Questi servizi, come si può notare, sono scalabili, ciò significa che le risorse che li contraddistinguono (CPU, RAM e altro ancora) possono essere incrementate in maniera istantanea in caso di necessità, molto importante è inoltre il fatto che l’infrastruttura sia “ridondata”, ciò significa che in caso di necessità, il Private Cloud Managed viene immediatamente migrato verso altre infrastrutture garantendo una piena ed ottimale continuità del servizio.

Ulteriori funzioni degne di nota sono il backup giornaliero, la presenza di sistemi di protezione di alta avanguardia, le svariate opportunità di monitoring e ancora la conformità con il GDPR, Regolamento europeo sulla gestione dei dati personali, la disponibilità di assistenza tecnica per ogni evenienza e molto altro ancora.

Il Private Cloud Managed, dunque, è un prodotto davvero molto interessante, perfetto per le aziende che necessitano di uno spazio server per il loro sito web e che pretendono il meglio senza rinunciare alla praticità gestionale.






Questo è un articolo pubblicato il 30-07-2021 alle 11:04 sul giornale del 30 luglio 2021 - 62 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ccLn