Variante Delta la più infettante, il primario Gnudi: "Vaccinatevi, a breve sarà quella dominante"

Umberto Gnudi 1' di lettura 04/07/2021 - "La variante Delta è la più infettante e a breve sarà quella dominante. Le buone notizie sono che non è più pericolosa delle altre, e due dosi di vaccino sono ugualmente efficaci su quella come sulle altre; una sola dose, invece, soprattutto di Astra, protegge molto meno: è per questo che l’azzardo della Gran Bretagna (vacciniamo il doppio delle persone con una sola dose) inizialmente ha pagato, ma ora dà qualche problema", questo il commento di Umberto Gnudi, primario del Pronto soccorso di Pesaro.

In un post pubblicato su facebook il medico informa anche sulle cattive notizie: "Una sola dose o addirittura nessuna dose espongono ad alte probabilità di contrarre la malattia. La fascia 30-50 anni si sta vaccinando pochissimo. Suppongo che il ragionamento sia: 'anche se lo prendo, le probabilità di sviluppare malattia in forma grave sono pochissime, quindi chissene! Il vaccino ha troppi effetti collaterali”.

"Falso - prosegue Gnudi - Anche nei giovani, le probabilità di malattia in forma grave sono nettamente più alte di quelle di effetti collaterali gravi da vaccino. Ma so che questi ragionamenti non attecchiscono. I controlli aumenteranno (per lavorare, per viaggiare, per accedere a eventi sportivi e spettacoli) e sarà sempre più difficile prendere la malattia in forma asintomatica e tenerla nascosta: verrà diagnosticata, dovrete stare in quarantena, verrà conteggiata e, sopra i 50 casi per 100.000 abitanti, salta la zona bianca! Di nuovo coprifuoco e locali chiusi. Quindi: più vaccini —> meno casi".






Questo è un articolo pubblicato il 03-07-2021 alle 18:23 sul giornale del 04 luglio 2021 - 4690 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, ospedale pesaro, articolo, umberto gnudi, pesaro!pronto soccorso

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b9Yg





qrcode