Festa della Musica del Conservatorio Rossini, il presidente Giordano: "Evento unico nel panorama italiano"

Festa della Musica del Conservatorio Rossini, il presidente Giordano 2' di lettura 23/06/2021 - Quest’anno la celebrazione della Festa della Musica del Conservatorio Rossini è stato un evento unico nel panorama italiano. Ben cinque fra gli studenti più virtuosi dell’Istituto pesarese hanno avuto la possibilità di esibirsi in qualità di solisti affiancati da un’intera orchestra. E questo è stato possibile grazie alla disponibilità del Comune di Pesaro e AMAT Marche.

Dopo tanto soffrire a causa della pandemia, lunedì sera (21 giugno) il Teatro Rossini riprendeva la sua nobile funzione di far vivere in diretta quello stato di grazia che ci attraversa quando le note musicali ci raggiungono. Protagonisti assoluti i cinque giovani che hanno incantato ed emozionato. Voglio ringraziare molto i solisti Edoardo Maria Pedrelli, Federico Umbri, Gretha Mortellaro, Caterina Bartoletti, Fakizat Mubarak. Mi sia consentito anche ringraziare la FORM-Orchestra Filarmonica Marchigiana e il suo direttore M° Manlio Benzi per averci donato una esibizione esemplare e non comune.

Voglio però approfittare di questa occasione per parlare di “talenti” e dire che, alla luce di quanto visto e ascoltato nel concerto del 21 giugno, abbiamo il dovere di coltivare la speranza che dalle nostre parti la genialità non manca. Far sì che nella Città della Musica si esprima l’eccellenza, per il Conservatorio Rossini rappresenta il principale dovere morale ed istituzionale. Dobbiamo avere l’orgoglio di coltivare talenti di cui la società ha tanto bisogno. Ed è di questo che ringrazio tutte le istituzioni che a vario titolo si uniscono al nostro stesso sforzo per continuare a formare giovani artisti. Ma si sa, non tutti hanno il talento e le capacità per farcela da soli; è importante allora sostenere anche questi musicisti affinché, pur senza raggiungere il livello di una star, possano vivere con la Musica e di Musica. La società deve dare possibilità di lavoro ai giovani musicisti.

Parlando di talenti, infine, vorrei pubblicamente rallegrarmi con uno dei nostri più eccellenti allievi e ormai grande maestro Michele Mariotti per il prestigioso incarico appena assegnatogli nella Città Eterna: dal 1° novembre 2022 Mariotti sarà il direttore musicale dell’Opera di Roma. Pensando al M° Mariotti mi piace sperare che la tradizione di coltivare talenti sia fortemente proiettata nel futuro, ed è proprio per questo che tutti noi dobbiamo con consapevolezza guidare i nostri allievi affinché possano formarsi con responsabilità e costruirsi il futuro che desiderano e che meritano.


da Salvatore Giordano
Presidente del Conservatorio ‘’G. Rossini ‘’





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-06-2021 alle 12:45 sul giornale del 24 giugno 2021 - 368 letture

In questo articolo si parla di attualità, salvatore giordano, Conservatorio ‘’G. Rossini", comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b8lW





logoEV
logoEV