Come sostituire un vecchio citofono: una guida pratica

4' di lettura 20/06/2021 - Il citofono è uno dei sistemi di sicurezza più utilizzati in ambito abitativo; esso consiste in una coppia di dispositivi che consentono di comunicare dall’interno della casa con chi si trova all’esterno, per mezzo di un microfono.

Le versioni più moderne sono dotate di telecamera integrata e, di conseguenza, permettono agli inquilini dell’abitazione di visualizzare su un display (installato in casa) chi si trova all’esterno. Come tutti i dispositivi destinati all’installazione esterna, anche il citofono è soggetto all’usura ed all’azione degli agenti atmosferici; pertanto, non di rado emerge la necessità di sostituire i vecchi device guasti o malfunzionanti per sostituirli con due più moderni e funzionali. In questo articolo vedremo come effettuare la sostituzione di un vecchio citofono senza interpellare un tecnico.

L’occorrente: utensili e materiali

Per sostituire un vecchio citofono con un modello nuovo è sufficiente avere a portata di mano pochi utensili: bastano una coppia di giraviti isolati (uno a taglio e uno a stella), una pinza spelacavi e del silicone.

Naturalmente, alla lista del materiale occorrente va aggiunto anche il dispositivo da installare. Come sceglierlo? Bisogna anzitutto tenere in conto alcuni fattori, ossia le caratteristiche tecniche del vecchio citofono. Ove possibile, è bene optare per un dispositivo che, per marca e modello, sia più simile a quello vecchio. In altre parole, se il citofono da sostituire è, ad esempio, un Urmet (uno dei brand di riferimento del settore), è meglio comprarne uno nuovo della stessa marca; si possono reperire facilmente sia nei negozi di materiale elettrico sia online, tramite gli e-commerce specializzati: basta sfogliare il catalogo Urmet su Emmebistore per avere un’idea più chiara delle diverse soluzioni disponibili.

Come procedere

Una volta raccolti tutti gli utensili e i materiali necessari, sarebbe opportuno verificare la natura del malfunzionamento del citofono. Se il problema è dovuto ad un guasto all’impianto elettrico, la semplice sostituzione del citofono non sarà sufficiente; in tal caso, bisogna interpellare un elettricista per valutare lo stato delle componenti dell’impianto ed approntare gli eventuali interventi necessari. Una volta accertato che l’impianto elettrico che alimenterà il nuovo citofono non presenta alcuna criticità, è possibile procedere alla sostituzione del dispositivo.

La prima cosa da fare, ovviamente, è interrompere l’alimentazione elettrica, agendo sull’interuttore magnetotermico, in modo tale da isolare il citofono. Si tratta di una misura di sicurezza basilare ma indispensabile per operare in maniera sicura. Fatto ciò, si prosegue in questo modo:

  • rimuovere la mascherina esterna del citofono; in genere basta fare leva con un giravite a taglio per staccarla dai ganci ad incastro;

  • prima di rimuovere la pulsantiera o il ricevitore del citofono, è bene osservare la disposizione dei cavi elettrici nella morsettiera e, eventualmente, appuntarli su un taccuino per seguire lo stesso schema durante l’installazione del nuovo dispositivo;

  • rimuovere i cavi elettrici dalla morsettiera servendosi di un giravite a stella;

  • sganciare la piastra del citofono dalla parete; molto spesso, questo elemento è assicurato al muro con una serie di viti inserite direttamente nella muratura ma talvolta è possibile che sia sigillato anche con il silicone;

  • aprire la confezione del nuovo citofono, conservare il manuale di istruzioni e rimuovere la mascherina;

  • posizionare la piastra del nuovo dispositivo in posizione e far passare i cavi all’interno dell’apposito passaggio;

  • fissare la piastra alla parete utilizzando le viti filettate; queste ultime vengono fornite assieme al citofono; se si è scelto un dispositivo simile al precedente per marca e modello, i fori per le viti dovrebbero coincidere; in caso contrario, meglio segnare i punti di fissaggio sul muro e praticare dei fori con un trapano;

  • tagliare le estremità dei cavi (pochi centimetri) con una pinza spelacavi;

  • inserire e fissare i cavi nella morsettiera seguendo lo schema appuntato in precedenza;

  • montare la mascherina esterna e rimettere in tensione l’impianto per verificare il corretto funzionamento del citofono.






Questo è un articolo pubblicato il 20-06-2021 alle 11:48 sul giornale del 19 giugno 2021 - 194 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b7Fo





logoEV
logoEV
logoEV