Servizi estivi 0-6 anni, l’Amministrazione comunale apre 8 nidi e 13 scuole dell’infanzia

Nidi d’infanzia 3' di lettura 18/05/2021 - «Uno sforzo straordinario per favorire il più possibile le condizioni di ordinario benessere dei bambini legate a diritti fondamentali come l’incontro sociale fra i pari, il gioco e l’educazione, nel rispetto di tutte le disposizioni anti-covid», Giuliana Ceccarelli, assessore alla Crescita sottolinea così l’obiettivo che l’Amministrazione comunale si è posta nell’ampliare al massimo l’offerta di servizi 0-6 anni nel mese di luglio. 

La spesa aggiuntiva per il potenziamento dei servizi è di ulteriori 232.000 euro stanziati a bilancio 2021, «uno sforzo straordinario che mettiamo in campo tenendo conto delle risorse disponibili sia finanziare che di personale e della organizzazione particolarmente onerosa (gruppi separati, spazi, dispositivi di protezione etc) derivante dalla normativa anti-covid - sottolinea Ceccarelli - mantenendo invariate le tariffe degli anni precedenti».

L’operazione prevede l’apertura, per i nidi, di 8 plessi, compresi Nuvole di Cotone (Borgo S. Maria) e Millestorie (Colombarone), ordinariamente aperti fino a luglio, per una capacità ricettiva pari a 224 posti (65 in più rispetto all’anno scorso) con orario antimeridiano fino alle 14:30 e per un periodo di 4 settimane nel mese di luglio (5-30 luglio).

Per le scuole d’infanzia, il Comune ha previsto l’apertura di 10 plessi comunali dell’infanzia e di 3 statali, per un totale di 13 sedi, offrendo una capacità ricettiva massima pari a 805 posti. Di questi 150 (2 scuole) saranno riservati agli iscritti alle scuole statali.

Il servizio si svolgerà per 4 settimane nel mese di luglio (5-30 luglio) con orario antimeridiano fino alle 14:15 ad eccezione di 1 plesso (con ricettività di almeno 60 posti) dedicato a chi necessita del servizio pomeridiano fino alle 18.

«Il Comune - ricorda Ceccarelli - ha sempre offerto servizi estivi nel mese di luglio per i bambini 0-3 anni già frequentanti i nidi d’infanzia comunali e per i bambini 3-6 anni già frequentanti la scuola dell’infanzia comunale, statale e paritaria. Solitamente l’offerta era di 4 nidi (circa 100 posti 0-3 anni) e di 5 scuole d’infanzia (circa 400 posti 3-6 anni)».

«L’emergenza sanitaria dovuta alla diffusione del COVID-19 ha imposto la chiusura dei servizi che ha limitato le occasioni di socialità per i bambini e ridotto la frequenza dei servizi educativi all’infanzia. Per compensare la lunga chiusura forzata, il Comune, nell’estate 2020, aveva aperto 8 sedi nido e tutte le 13 sedi di scuola dell’infanzia comunali ma le indicazioni sul rapporto educatrice/bambino (1:5) aveva comunque limitato il numero di posti massimi a 159 per i bambini 0-3 anni e a 402 posti per i bambini 3-6 anni. Nel 2021 l’emergenza sanitaria è continuata, anche se la chiusura totale del servizio si è limitata al mese di marzo e, per diverse sezioni di nido/scuola, alle chiusure temporanee per quarantena. L’obiettivo dell’Amministrazione, con questa iniziativa, è dare un sostegno alle famiglie che, anche se in maniera diversa rispetto al 2020, hanno subito le conseguenze delle restrizioni anti-contagio e, soprattutto, cercare di riprendere con slancio un percorso educativo essenziale per i bambini».

Le iscrizioni si apriranno da lunedì 24 maggio e le informazioni sulla modalità di iscrizione saranno pubblicate sul sito del Comune.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-05-2021 alle 12:07 sul giornale del 19 maggio 2021 - 2453 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, Comune di Pesaro, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b3u3