Assegni di cura: c’è tempo fino al 4 giugno per chiedere i contributi per anziani non autosufficienti

mani di anziana 2' di lettura 13/05/2021 - C’è tempo fino al 4 giugno per partecipare al bando “Assegni di cura per anziani non autosufficienti” previsto per l’annualità 2021 dall’Ambito Sociale 1.  

Rivolti alle famiglie che assistono anziani non autosufficienti, «questi contributi rappresentano un supporto personalizzato nell'ambito del Piano assistenziale che incentiva la permanenza delle persone più fragili nei luoghi a loro famigliari» ha detto Sara Mengucci, presidente ATS1 e assessore alla Solidarietà del Comune.

Le risorse - 200 euro per 12 mensilità - saranno assegnate alle famiglie che presenteranno domanda

fino al 4 giugno 2021 e che hanno attivato interventi di supporto assistenziale gestiti direttamente dai loro familiari, anche non conviventi, o mediante assistenti familiari private in possesso di regolare contratto di lavoro. Le risorse disponibili possono coprire le necessità di fino a 230 famiglie e la liquidazione è soggetta alla verifica di precisi criteri.

Requisiti.

Possono fare domanda gli anziani non autosufficienti residenti nel territorio dei Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale n.1, i familiari che si prendono cura dello stesso o il soggetto incaricato della tutela dell’anziano.

Saranno accettate le domande presentate dagli over 65 anni che:

- sono stati dichiarati non autosufficienti con certificazione di invalidità al 100%

- hanno ricevuto il riconoscimento definitivo dell’indennità di accompagnamento;

- usufruiscono di un’adeguata assistenza nel proprio domicilio o in altro domicilio privato dai loro familiari, anche non conviventi, o mediante assistenti familiari private in possesso di regolare contratto di lavoro;

-possiedono attestazione ISEE inferiore agli 11.000€ in caso di anziano non autosufficiente residente da solo o ai 25.000€ in caso di anziano non autosufficiente facente parte di un nucleo familiare pluri-composto;

-sono soggette a positiva valutazione da parte dell’Assistente Sociale anche tramite visita domiciliare.

Esclusioni.

Non sono accoglibili le domande di: coloro che vivono in modo permanente in strutture residenziali; di coloro che usufruiscono dei servizi Home Care Premium; Servizio di Assistenza domiciliare (SAD); delle persone in condizione di disabilità gravissime; di coloro che fanno parte del "Progetto Vita Indipendente".

Modulistica.

La modulistica è reperibile negli uffici Protocollo e nei siti istituzionali del Comune di residenza dell'ATS1 (Gabicce Mare, Gradara, Mombaroccio, Montelabbate, Pesaro, Vallefoglia, Tavullia) e può essere richiesta inviando una mail a: ats1assegnidicura@comune.pesaro.pu.it.

Come inviare la domanda.

La domanda può essere inviata tramite posta elettronica ordinaria, PEC, o tramite raccomandata con ricevuta di ritorno. Indicare in oggetto: Domanda di accesso al Bando Ats1 Assegno di cura 2021.

Per i residenti del Comune di Pesaro, nei casi in cui non fosse possibile adottare le modalità precedenti indicate, è prevista anche la consegna della domanda brevi manu allo Sportello Informa&Servizi (largo Mamiani 11) su appuntamento (prenotazioni al numero 0721387400; tramite mail a: urp@comune.pesaro.pu.it; con SMS / WhatsApp / Telegram / Skype al numero 33361).

L’intervento è finanziato dal Fondo Nazionale e dal Fondo Regionale Non Autosufficienze che è stato incrementato rispetto agli anni precedenti.

Link al bando: Assegni di cura 2021






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-05-2021 alle 09:48 sul giornale del 14 maggio 2021 - 751 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b2RB





logoEV