La Commissione turismo inserisce altre località: Pesaro, Gabicce, Gradara e il San Bartolo restano escluse

spiaggia pesaro mare 4' di lettura 18/04/2021 - Da una lettura del piano licenziato dalla Commissione turismo della Regione mi sono accorto che, in realtà, l’elenco dei grandi attrattori turistici è stato aggiornato dalla commissione turismo, la stessa che ha respinto l'emendamento che ho presentato che prevedeva l’inserimento anche di Pesaro, Gabicce, Gradara e il San Bartolo.

Mi preme sottolineare che non è stata una svista, ma che invece la commissione ha volutamente scelto di non accogliere l’emendamento presentato e ha invece inserito altre località. Nell’elenco proposto inizialmente dalla Giunta regionale, nella Misura 14, dedicata ai grandi attrattori turistici, figuravano: Macerata - Civitanova Marche, San Benedetto Del Tronto - Ascolti Piceno, Urbino e il suo entroterra, l’area dei Sibillini, le Grotte di Frasassi e Loreto. A questo elenco la Commissione ha aggiunto: la riviera del Fermano, con Fermo, Porto San Giorgio, Porto Sant’Elpidio, Pedaso, Altidona e Campofilone, come destinazione balneare e storico culturale; la valorizzazione dei porti storici delle Marche, delle città della birra artigianale e la riviera del Conero con Sirolo e Numana, Recanati come centro della poesia e Castelfidardo della Fisarmonica.

L’inserimento di questi comuni rende ancora più inspiegabile l’assenza di Pesaro, Gabicce e Gradara che, al pari di queste altre località, sono conosciute nel mondo per la storia, la cultura, in particolare musicale, e il patrimonio naturalistico del Parco San Bartolo, inspiegabile anche l’assenza di Fano e del suo patrimonio storico-culturale.

A questo punto, mi auguro che l’emendamento che ho ripresentato, sottoscritto anche dalla consigliera Micaela Vitri, venga approvato in aula, per porre rimedio ad una esclusione, degli attrattori turistici del nord della regione, che non ha spiegazioni logiche. Il nostro territorio si merita una maggior attenzione, anche in ragione della sua vicinanza all’Emilia-Romagna che sul turismo investe molto. Questo riconoscimento deve essere il punto di partenza di una strategia di promozione turistica rafforzata, che certamente deve puntare anche a connettere e far lavorare in squadra la costa e l’entroterra.

La valorizzazione e il sostegno di questi grandi attrattori turistici, infatti, è una delle misure maggiormente strategiche di questo Piano del Turismo, in quanto sosterrà quelle destinazioni turistiche territoriali che sono di fortissimo richiamo, con l’obiettivo di migliorare sensibilmente il livello di presenza di turisti e i servizi loro rivolti. Secondo il piano, i grandi attrattori turistici sono quelli su cui la regione attuerà una strategia di marketing territoriale ad hoc, sulla quale fare leva per portare turisti a vantaggio dell’intero territorio regionale. L’idea di fondo è che le eccellenze turistiche, adeguatamente promosse, possano essere motore per incentivare il turismo anche verso altri luoghi della regione.
L’assenza dei comuni della costa nord, da Gabicce a Fano, e in particolare dell’area attorno al San Bartolo e il castello di Gradara, nel piano strategico dei prossimi tre anni, impedirebbe, a mio avviso, un’adeguata pianificazione di quella collaborazione tra costa ed entroterra fondamentale per strutturare la mobilità dei turisti dalla costa alla montagna e dalla montagna alla costa, rendendo realmente integrato il sistema turistico della Provincia di Pesaro Urbino.

Qualche giorno fa, il Presidente della Seconda Commissione ha ammesso che si tratta di una dimenticanza importante, e che avrebbe sollecitato la Giunta perché rimediasse. Da parte nostra abbiamo ripresentato in aula l’emendamento nella speranza che venga accolto, nell’interesse di una miglior strategia regionale di promozione turistica che non dimentichi nessuna eccellenza turistico-culturale.

Oltre all’integrazione dell’elenco dei grandi attrattori ho ripresentato altri due emendamenti che ritengo importanti per il turismo marchigiano: il riconoscimento del valore turistico di festival noti a livello internazionale, proprio per la capacità di attrarre pubblico, come il Carnevale di Fano, il Summer Jamboree di Senigallia e Disco Diva di Gabicce; e un emendamento per favorire il miglioramento delle strutture ricettive e museali legate al settore del mototurismo.

Spero che i colleghi Consiglieri capiscano il valore delle tre proposte e non ci siano problemi nel votare insieme misure che sono a vantaggio di tutte le Marche.


da Andrea Biancani
Consigliere Regionale





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-04-2021 alle 20:58 sul giornale del 19 aprile 2021 - 3608 letture

In questo articolo si parla di regione marche, spiaggia, pesaro, mare, andrea biancani, consigliere regionale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bYb1





logoEV
logoEV