Baldelli (FdI): "Falsi positivi a scuola e tentata rapina al Miralfiore, in un sol giorno Ricci colleziona due figuracce"

Antonio Baldelli segretario provinciale Fratelli d'Italia e Giorgia Meloni 2' di lettura 14/04/2021 - Antonio Baldelli, dirigente nazionale e provinciale di Fratelli d’Italia, interviene sul caos creato nelle scuole di Pesaro dai falsi positivi e sul recente tentativo di rapina al Miralfiore, biasimando la condotta di Ricci e del Pd Pesarese, impegnati in una guerra politica contro la regione e in un protagonismo televisivo, anziché nella amministrazione della città e nella collaborazione con gli enti sovraordinati.

“In un sol giorno, ben due figure barbine. Il sindaco Matteo “Nopanico” Ricci e il suo Pd pesarerse collezionano figuracce come i bambini di un tempo collezionavano figurine di calciatori.

Ricordate, fra le numerose guerre personali iniziate in questi sei mesi da Ricci contro la nuova Giunta Regionale, quella per far eseguire tamponi agli studenti pesaresi? Gli stessi tamponi che la giunta regionale targata Pd non fece eseguire nemmeno all’inizio dell’anno scolastico e che, al contrario, il presidente Acquaroli ha effettuato nei mesi scorsi, su base volontaria, quale screening di massa sull’intera popolazione delle Marche, alunni compresi.

Ebbene, Ricci ha voluto portare avanti la sua pretestuosa e ostinata guerra personale alla giunta regionale, sottoponendo a tampone i ragazzi pesaresi in età scolare. Il risultato? Il caos assoluto. Come infatti riportato dagli stessi ambienti scolastici, di 26 ragazzi tracciati in questi giorni, ben 24 sono risultati falsi positivi, ossia l’84%. Insomma, il sindaco di Pesaro, con la sua improvvisazione e incapacità, ha creato allarme e paura fra le famiglie degli studenti; messo inutilmente in quarantena intere classi; fatto perder tempo e serenità a famiglie e dirigenti scolastici. La situazione creatasi ha persino fatto saltare la cresima ad alcuni ragazzi.

Occorre poi sottolineare come, non potendo essere imposto l’obbligo di effettuare tamponi sull'intera popolazione scolastica, quello di Ricci rimanga un inutile gesto di speculazione politica, contro una regione da dove, nei mesi scorsi, il Pd è stato sfrattato dai marchigiani.

Insomma, ancora una volta Pesaro paga la mania di protagonismo e l’ambizione d’un sindaco impegnato in un vuoto presenzialismo televisivo e in dannose guerre personali contro la regione, anziché nella seria amministrazione della città.

Ma a figuraccia si aggiunge figuraccia. È infatti di lunedì scorso il comunicato del Pd pesarese che, con il solito modo arrogante e sprezzante di considerare l'avversario politico, ha definito “pagliaccciata” il sit-in di protesta, organizzato da Fratelli d'Italia, contro il degrado e la presenza indisturbata di spacciatori nei parchi posti al centro di Pesaro. Ebbene, proprio quest’oggi, la stampa riporta la notizia della tentata rapina avvenuta al Parco Miralfiore da parte di un uomo di origini livoriane ai danni d’una giovane pesarese.

Questa situazione e il televisivo ma poco fotogenico sindaco Ricci, non meritano ulteriori commenti”.


da Antonio Baldelli
       Fratelli d'Italia

 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-04-2021 alle 10:57 sul giornale del 15 aprile 2021 - 6645 letture

In questo articolo si parla di politica, pesaro, Antonio Baldelli, giorgia meloni, fratelli d'italia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bXwy





logoEV
logoEV