All'asta la bacchetta da direttore d’orchestra di Gioachino Rossini

bacchetta da direttore d’orchestra di Gioachino Rossini 1' di lettura 14/04/2021 - Un prezioso cimelio rossiniano va all'asta. Si tratta della 'Baguette de chef d'orchestre' appartenuta a Gioachino Rossini, dono del Comune di Passy. Anteriore al 1868.

Dal 19 al 21 aprile la Gonnelli Casa d’Aste di Firenze terrà un'asta online che include, tra i numerosi lotti, anche la bacchetta appartenuta a Gioachino Rossini.

La bacchetta da direttore d’orchestra ha un'impugnatura in avorio intarsiato in ebano e madreperla, con terminali in argento cesellato. Corpo in ebano con intarsi in madreperla e puntale in avorio. Placca in argento sagomato, con le iniziali G R finemente cesellate e la scritta Passy incisa.

Lunga 380 mm, con diametro di 15/10 mm, la bacchetta è conservata in astuccio contenitore rigido in pelle nera goffrata, con interno sagomato a misura e un’etichetta novecentesca, dattiloscritta a inchiostro rosso: “Bacchetta di Rossini donata dal Comune di Passy”.

Rossini trascorse gli ultimi anni di vita a Passy – cittadina oggi inglobata nell’elegante XVI arrondissement di Parigi - non lontano dal Bois de Boulogne che il compositore amava. Questa bacchetta fu un prezioso omaggio della città a Rossini.

Base d'asta 1.500 euro.






Questo è un articolo pubblicato il 14-04-2021 alle 11:25 sul giornale del 15 aprile 2021 - 815 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, gioachino rossini, articolo, bacchetta da direttore d’orchestra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bXri





logoEV
logoEV