L'assessore Frenquellucci replica al capogruppo FdI Malandrino sul credito alle imprese

Francesca Frenquellucci 2' di lettura 18/03/2021 - «Spiace leggere le parole del consigliere Malandrino - sottolinea Frenquellucci - che invitano la giunta a “farsi tramite tra le associazioni di imprenditori e la rete di istituti di credito cooperativo locali”. Spiace leggerle soprattutto oggi, a distanza di un anno dall’inizio della pandemia e di 11 mesi dalla firma del protocollo “Intesa per il rilancio economico e sostegno alle attività produttive”».

«Come si può leggere nella notizia diffusa dall’Amministrazione all’epoca (e che si può recuperare con una semplice ricerca sul web, con una richiesta di accesso agli atti o leggendo i quotidiani), il documento mira ad “attuare tutti gli strumenti attualmente disponibili per favorire l'accesso al credito” e “programmare l'utilizzo degli strumenti europei, statali e regionali che saranno disponibili a medio termine”, con l’avvio di percorsi di progettazione comune».

A firmare il documento, il 22 aprile 2020, erano stati, come si legge nella nota stampa inviata: Provincia di Pesaro e Urbino, Comune di Pesaro, Comune di Fano, Comune di Urbino, Comune Gabicce Mare, Comune Borgo Pace, Comune di San Lorenzo in Campo, Comune di Fermignano, Camera di Commercio, parti sociali (Confindustria, CNA, Confartigianato, Confcommercio, FIAIP Provinciale, Coldiretti, Apa hotels), istituti di credito, associazioni private.

«Il protocollo - continua Frenquellucci - è stato redatto grazie al lavoro del Tavolo anticrisi, nato in concomitanza della situazione pandemica. Tavolo che si riunisce tuttora e che già dalla primavera 2020 si era confrontato sulla necessità di snellire e velocizzare le pratiche per agevolare l’accesso al credito alle piccole imprese. Una richiesta raccolta dagli istituti di credito che avevano dato disponibilità in tal senso, come si legge all’inizio del documento, in cui vengono citati i macro obiettivi, “attuazione di tutti gli strumenti attualmente disponibili per favorire l'accesso al credito” e nell’articolo 2 dello stesso: “I sottoscrittori del presente Protocollo d'Intesa intendono avviare una collaborazione tecnico operativa per semplificare i percorsi di accesso al credito durante la fase emergenziale e per sviluppare iniziative di rilancio nei settori di comune interesse sulle tematiche dello sviluppo socio-economico del territorio comunale con positive ricadute occupazionali, nonché della formazione, della qualificazione e della riqualificazione professionale dei lavoratori”.

Frenquellucci sottolinea infine che «l’Amministrazione comunale ha messo in campo diversi interventi rivolti alle attività economiche locali (tra cui: Bonus Blocco Attività, Bonus Tari, Bonus Circoli, le esenzioni dal pagamento della Tosap, l’accesso gratuito alla ztl agli operatori economici, la detassazione, per 3 anni, per le nuove imprese, etc) e che ha sostenuto l’iniziativa privata degli istituti di credito locali che da mesi hanno attivato tra l’altro, corsi di formazione e progetti mirati alle piccole-medie imprese. L’intervento di Malandrino risulta tanto fuori luogo quanto fuori tempo».






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-03-2021 alle 07:00 sul giornale del 19 marzo 2021 - 821 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, Comune di Pesaro, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bTfQ





logoEV
logoEV