"Non lasciamo indietro gli imprenditori colpiti dall'emergenza Covid": l'appello del M5s di Gabicce sul tema degli aiuti alle aziende

movimento 5 stelle gabicce Monica Melchiorri, Evaristo Mandrelli e Matteo Baldassarri 2' di lettura 15/03/2021 - “Giusto sostenere gli imprenditori, specialmente donne e giovani, che desiderano aprire una nuova attività, ma non dobbiamo dimenticarci di tutte quelle aziende duramente colpite dall'emergenza Covid e di tutte quelle che nel corso degli anni sono state costrette ad abbassare la serranda, 'svuotando' il nostro Comune di tanti servizi essenziali”.

I consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle di Gabicce, Monica Melchiorri, Evaristo Mandrelli e Matteo Baldassarri, commentano in questo modo il nuovo regolamento per incentivare l'apertura di attività imprenditoriali recentemente approvato dalla Commissione Affari Generali.

“Si tratta di un primo passo importante che recepisce quelle che erano alcune necessità evidenziate dal nostro gruppo consigliare, prima con una interrogazione e successivamente con una mozione, entrambe focalizzate sugli aiuti da destinare alle attività commerciali e artigiane. In questi documenti lanciavamo un appello all'amministrazione comunale, chiedendo di invertire attraverso azioni mirate e strategie di incentivi la tendenza che negli ultimi anni ha portato purtroppo diverse attività economiche a chiudere i battenti. Il nuovo regolamento premia gli imprenditori che, in questo periodo di difficoltà, decidono di mettersi in gioco, con un occhio di riguardo per i giovani e le donne. E' un primo passo, ma non basta.

La nostra comunità deve infatti essere grata a tutte quelle imprese che in questi hanno resistito alle diverse crisi economiche, rimanendo aperti con coraggio e responsabilità nonostante una progressiva perdita di attrattiva e competitività di Gabicce in quanto località turistica, e nonostante gli effetti devastanti della pandemia. Un impegno che andrebbe, a nostro modo di vedere, ripagato con incentivi mirati, che diano la possibilità di ripartire e di rimanere sul mercato, contribuendo allo stesso tempo al rilancio del nostro territorio. Incentivi che dovrebbero accompagnarsi a un serio regolamento in materia di decoro urbano, tematica che si lega strettamente a quella economica, specie quando parliamo di una destinazione turistica. Come abbiamo già più volte ribadito anche con i nostri interventi più recenti, quello del decoro è un aspetto cruciale: la lotta al degrado dev'essere un obiettivo da perseguire con gli strumenti più idonei per restituire alla nostra città l'attrattiva e la competitività che purtroppo è andata perduta negli ultimi 20 anni. Obiettivo che dev'essere vissuto come un dovere da parte della politica nei confronti degli operatori economici e della cittadinanza tutta”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-03-2021 alle 07:08 sul giornale del 16 marzo 2021 - 316 letture

In questo articolo si parla di politica, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bSAK





logoEV
logoEV