Focolaio in carcere a Villa Fastiggi, il Garante chiede informazioni

carcere Pesaro 1' di lettura 11/03/2021 - Una fotografia precisa di quanto sta accadendo presso l’istituto penitenziario di Villa Fastiggi in relazione al diffondersi del Coronavirus. La chiede il Garante dei diritti Giancarlo Giulianelli attraverso una lettera inviata al direttore della casa circondariale pesarese, al coordinatore regionale della sanità penitenziaria, al dirigente di settore dell’Av1 ed ai sanitari che operano direttamente nel carcere.

Inoltre, al fine di garantire nel miglior modo possibile il contenimento della pandemia, viene chiesto quali procedure siano state attivate e quali misure alternative siano state eventualmente concesse ad alcuni detenuti. Giulianelli intende avere un quadro specifico della situazione anche per quanto riguarda le vaccinazioni del personale di Polizia penitenziaria e della stessa popolazione detentiva, al fine di poter sollecitare, per quanto di competenza dell’Autorità di garanzia, lo sfoltimento delle procedure per la stessa somministrazione vaccinale.

“Già da questa settimana – evidenzia il Garante – sarebbe dovuta partire l’azione di monitoraggio riguardante tutti gli istituti penitenziari marchigiani, con particolare riferimento a quanto sta accadendo sul versante sanitario. Purtroppo per problemi di salute, ho riscontrato la positività al Covid, questo non è stato possibile. In attesa di poter tornare in piena attività, conto comunque di attivare tutti i canali possibili per avere informazioni precise anche da parte degli altri istituti penitenziari marchigiani, al fine di mettere in campo tutti gli interventi che si renderanno necessari”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-03-2021 alle 08:14 sul giornale del 12 marzo 2021 - 1106 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, pesaro, carcere pesaro, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bR5V





logoEV
logoEV
logoEV