Vaccinazioni a rilento, necessità di nuovi punti vaccinazione: Caserma Del Monte una possibile soluzione

Caserma del Monte 3' di lettura 06/03/2021 - Le vaccinazioni stanno andando troppo lentamente e in una Regione dove si stanno diffondendo le varianti e alcune province sono già in zona rossa non possiamo permetterci questi ritardi, col rischio che tutta la regione diventi rossa.

È stato stimato che a Pesaro occorrerebbe un ritmo di almeno 1500 vaccinazioni al giorno, me se ne effettuano tra le 600 e 800. I locali attualmente utilizzati non reggerebbero un'affluenza così elevata, da qui la necessità di individuare altri punti o uno più idoneo.

Di recente si sono scaricate le responsabilità dei ritardi sui dirigenti ma il Vicepresidente del Conglio Regionale Andrea Biancani crede che le responsabilità siano più politiche: "la Giunta Regionale sbaglia a scaricare la colpa su dirigenti e lavoratori che invece continuano a dimostrare grande impegno. Il problema è che non vengono prese decisioni chiare lasciando i dirigenti senza una visione d'insieme definita, che spetta alla politica dare. Ognuno quindi deve fare la sua parte".

Ed in effetti Biancani, se da un lato critica la scelta di lasciare soli i comuni nell'individuare i centri di vaccinazione, dall'altro, avanza alcune proposte costruttive: "l'utilizzo di locali pubblici come le palestre nel tempo potrebbero creare problemi, perché vorrebbe dire che, per mesi, in quei luoghi non si darebbero i servizi per cui sono normalmente utilizzati. Quindi la Regione potrebbe scegliere di aiutare i comuni con finanziamenti adeguati a individuare grandi strutture private con adeguati servizi igienici e spazi per la sosta. La soluzione migliore per me sarebbe però attivarsi con il Ministero della Difesa e con l'Esercito per adibire una parte della Caserma Del Monte a centro permanente di vaccinazione fino a fine pandemia. Questo non solo ci permetterebbe di raggiungere le 1500 vaccinazioni giornaliere ma anche di superare tale soglia. Con la nuova nomina del Generale Figliuolo a commissario dell'emergenza sembra chiara la volontà a Roma di coinvolgere di più le forze armate e dobbiamo cogliere questa opportunità e lavorare tutti insieme per verificare le reali possibilità. La vicinanza con l'ospedale e con diverse arterie di comunicazione renderebbe la caserma un punto molto facile da raggiungere sia per operatori e attrezzature, sia per le persone. Ho proposto questa soluzione già da diversi giorni, perché è una delle poche, a mio giudizio, che ci permetterebbe di definire un punto vaccini stabile per tutto il 2021, utilizzando una struttura pubblica che ha nella sua natura quella di luogo per rispondere alle emergenze nazionali come la guerra al virus."

Tutte soluzioni che richiedono una presa di posizione e decisioni chiare della Regione che Biancani invita "a decidere in fretta, perchè rimandare le scelte politiche non aiuta a fermare il contagio ma anzi rischia di riportarci allo stato di emergenza già vissuto della prima fase".


da Andrea Biancani
Consigliere Regionale





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-03-2021 alle 18:19 sul giornale del 07 marzo 2021 - 2778 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, pesaro, andrea biancani, consigliere regionale, Caserma del Monte, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bRp7





logoEV
logoEV