Affidato il servizio di pulizia degli specchi acquei del bacino portuale

2' di lettura 04/03/2021 - Un’azione di sostenibilità che interessa tutti i porti dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale. È stato affidato il servizio per la pulizia ordinaria degli specchi acquei dei bacini portuali di Ancona, Pesaro, San Benedetto del Tronto, nelle Marche, e di Pescara e Ortona in Abruzzo

Un intervento che interessa una superficie complessiva di 3.313.000 metri quadrati di acqua marina. L’obiettivo del servizio, realizzato da anni nel porto di Ancona e che ora coinvolge tutto il sistema portuale, è quello di mantenere nelle giuste condizioni di pulizia e decoro gli specchi acquei di mare dei bacini degli scali affiancandosi anche ad una sempre maggiore sensibilità sul tema da parte degli operatori portuali e delle marinerie. Questo per prevenire che le attività portuali e della navigazione marittima possano influire in qualche modo sulla tutela ambientale, sulla salute umana o sulla sicurezza della navigabilità.

I lavori, infatti, riguarderanno la raccolta di tutti i rifiuti solidi galleggianti o semisommersi, delle sostanze grasse e oleose, compresi gli idrocarburi, che saranno poi smaltiti secondo le specifiche caratteristiche di ogni materiale recuperato. La pulizia sarà effettuata con una cadenza regolare in ogni porto di competenza dell’Autorità di sistema portuale. Il servizio nel sistema portuale, già operativo, è stato affidato con bando di gara all’impresa Cogei di Napoli.

L’intervento è stato aggiudicato per un importo complessivo di 1.525.000 euro, con un risparmio in sede di offerta dell’8,16%. L’incarico avrà una durata di quattro anni e prevede in ognuno dei cinque porti la presenza fissa di un’imbarcazione che, oltre a realizzare il servizio di pulizia degli specchi acquei, avrà a bordo dispositivi antinquinamento che potranno essere utilizzati come primo supporto in caso di necessità.

“La sostenibilità ambientale è oggi un elemento fondamentale per le comunità, compresa quella portuale – afferma il presidente dell’Autorità di sistema portuale, Rodolfo Giampieri – e, insieme all’innovazione, fattore determinante per la competitività delle imprese, nella necessaria adattabilità ai cambiamenti e alla sempre maggiore attenzione da parte dei territori di riferimento. Per noi è una filosofia di azione, portata avanti con azioni strategiche e passaggi coerenti nella gestione dei porti di competenza”.


da Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-03-2021 alle 17:24 sul giornale del 05 marzo 2021 - 225 letture

In questo articolo si parla di attualità, Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bQ4U





logoEV
logoEV