Fermo: Fermana inarrestabile, D'Anna è super e il Cesena ko: 2-1

5' di lettura 03/03/2021 - FERMO - Con una partita di intensità ma anche di qualità, e una doppietta dell'attaccante pugliese, i gialloblù schiantano anche i bianconeri, che alla vigilia avevano 11 punti in più in classifica e in squadra giocatori importanti. I canarini salgono a quota 34 (+9 dai playout), con una gara da recuperare. La salvezza, che dovrebbe stare intorno a quota 40, sembra vicinissima quando mancano 11 partite, ma soprattutto vedendo lo stato di forma dei canarini ormai irriconoscibili rispetto ai primi tre mesi di campionato, e nonostante le molte e importanti assenze. In 14 partite mister Cornacchini (arrivato il 6 dicembre) ha conquistato 24 punti con la media (da alta classifica) di quasi 2 punti a partita. Antonioli in 13 gare: 10 punti.

28° giornata di serie C, 9° di ritorno. Nel turno infrasettimanale la Fermana torna al "Recchioni", questa volta contro un'avversaria in zona pay off con giocatori anche di categoria superiore. Terreno di gioco finalmente in buone condizioni.

In soli due giorni non si è spento l'eco della clamorosa partita di Carpi dove sono stati sbagliati quattro calci di rigore (due per parte), ne hanno parlato tutte le testate nazionali e anche la trasmissione satirica "Striscia la Notizia". Sembra che sia il record assoluto perché in alcuna gara di professionisti era mai successa una cosa simile, il record fino ad oggi sarebbe 3 rigori sbagliati in una partita. Non è record invece due errori dal dischetto per lo stesso giocatore (Neglia in questo caso). Ai gialloblù invece era capitato una volta 18 anni fa di sprecare ben due penalty nella stessa partita: a Benevento (ultima giornata di serie C1 2002/03) dal dischetto fallirono Pittaluga e Di Deo, dopo il 90' la squadra gialloblù fu retrocessa in C2, poi subito ripescata due mesi più tardi.

Oggi contro i romagnoli macano tra le fila gialloblù i lungodegenti Comotto, Bigica, Demirovic e De Pascalis e anche gli infortunati temporanei Boateng (ormai prossimo al rientro) e Iotti, risultato pochi giorni fa positivo al covid-19. Squalificato Manetta per il doppio giallo rimediato a Carpi. Però ci sono i due volti nuovi dei due giocatori svincolati e tesserati negli ultimi giorni, cioè sia il difensore Mosti, che oggi esordisce titolare, sia il centrocampista Fabris, in panchina.

CRONACA - Giovanni Cornacchini come a Carpi schiera sull'out sinistro sia Mordini che Sperotto, ma in fase di non possesso Mordini scala a terzino sinistro e Sperotto si accentra in una difesa a 5. A centrocampo turn over con Grossi scelto al posto di Graziano, spostando ancora Neglia sull'out destro per coprire il vuoto lasciato da Iotti; in attacco confermato il duo D'Anna-Cognigni gia visto contro Imolese e Carpi.

Inizio aggressivo della Fermana che non lascia giocare il Cesena, palo colpito da Cognigni. I bianconeri pian piano prenono le misure, c'è una conclusione da lontano di Borello bloccata da Ginestra e un'altra alta di Bortolussi dopo una bella azione personale, ma è pur sempre il capocannoniere del girone.
Poco dopo la mezz'ora, nel momento migliore del Cesena, la Fermana sblocca con un'azione da 60 metri in due passaggi: perfetto lancio dalle retrovie a giri contati da parte di Grossi per Neglia spostatosi sulla sinistra, cross al bacio a centroarea dove Maddaloni salta a vuoto e D'Anna, appostato alle sue spalle, con perfetto tempismo mette in rete con un spizzata di testa: 1-0. Dieci minuti dopo la punta pugliese si ripete, sparando in rete dal limite area un pallone vagante da una rimessa al centro di Mosti dopo un cross di Sperotto: 2-0. Per l'attaccante brindisino è il terzo gol con la Fermana e l'undicesimo in 3° serie dopo i 5 con il Lecco lo scorso anno e i 3 col Gela dieci anni fa (compresa la C2 ci sono altri 10 centri).

La ripresa si apre con un diagonale pericoloso di Mosti che sfiora il palo, poi verso la metà di tempo Mordini direttamente da punizione impegna Nardi in angolo. Con l'uscita di D'Anna in una ovazione di applausi tra i pochi presenti, Neglia si sposta fisso in attacco accanto a Cognigni. Tutte le sostituzione operate da Viali qualche effetto lo creano, soprattutto Di Gennaro, e alla prima distrazione Sorrentino riapre la partita con un colpo di testa che anticipa il difensore: 2-1.
La Fermana stringe i denti, tutti dentro anche Cais e Manzi, brivido per un contrasto in area, è simulazione di Zecca che poco dopo prende il secondo giallo e lascia suoi in dieci, altri minuti di sofferenza, 5 lunghissimi minuti di recupero, un gol annullato al Cesena, tensione finale, poi l'urlo liberatorio: per Cornacchini è la 6° vittoria con la Fermana.

Domenica derby a Fano, poi trasferta ad Arezzo, praticamente due gare che potrebbero chiudere il discorso salvezza. E magari aprirne un'altro.


FERMANA (4-4-2) : Ginestra; Mosti (27' st Grbac), Bonetto, Scrosta, Sperotto; Neglia (33' st Cais), Urbinati (23' st Graziano), Grossi (33' st Manzi), Mordini; D'Anna (27' st Rossoni), Cognigni. A disp. Colombo, Massolo, Kasa, Fabris, Palmieri, Cremona. Allenatore Giovanni Cornacchini

CESENA (4-3-3): Nardi; Longo (28' st Nanni), Maddaloni (43′ pt Ricci), Ciofi, Favale; Capellini (1' st Zecca), Petermann, Steffè (11' st Di Gennaro); Borello (1' st Sorrentino), Bortolussi, Russini. A disp. Benedettini, Fabbri, Lepri, Zappella, Campagna, Collocolo, Zecca, Caturano, Sorrentino. Allenatore William Viali.

ARBITRO: Simone Galipo’ di Firenze; assistenti Claudio Barone e Giorgio Rinaldi di Roma 1; quarto ufficiale di gara Samuele Andreano di Prato.

RETI: 35' pt D'Anna, 47' pt D'Anna; 32' st Sorrentino

NOTE: Espulso al 38' st Zecca per doppia ammonizione; ammoniti Favale, Cognigni, Mosti, Zecca ; corner 1-4; recupero 2'+5'.






Paolo Bartolomei


Questo è un articolo pubblicato il 03-03-2021 alle 16:53 sul giornale del 04 marzo 2021 - 150 letture

In questo articolo si parla di sport, fermana, paolo bartolomei, d'anna, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bQTv





logoEV
logoEV