Gestione Sanità, Fratelli D'Italia Pesaro: "Dal Pd solo provocazioni e propaganda"

ospedale pesaro 3' di lettura 27/02/2021 - Non sarà passato inosservato ai più, l’assurdo atteggiamento di alcuni esponenti del PD pesarese, che quotidianamente tuonano dalle pagine dei quotidiani locali, contro la gestione Sanitaria della nuova Giunta Acquaroli.

Ci rimane altresì difficile comprenderne le motivazioni, visto che è proprio sulla Sanità che la sinistra si è giocata la partita elettorale ed è stata sonoramente sconfitta. Un segnale forte dei marchigiani stanchi di una politica sulla Salute distante dalle reali esigenze dei cittadini, soprattutto dell’entroterra, che si sono visti pian piano privare delle loro strutture e abbandonati a loro stessi. Come non bastasse la pandemia ha messo a nudo tutte le carenze di un sistema colabrodo, che non ha retto l’impatto devastate del Covid-19, lasciando sul campo una striscia infinita di morti.

Crediamo che ci voglia un bel coraggio o incoscienza (decidete voi), per scaricare sull’ultimo arrivato, tutte le nefandezze commesse da quegli stessi personaggi che hanno portato la Sanità pesarese al centesimo posto sui 103 Capoluoghi d’Italia. Strano che il Sig. Biancani , che è oggi tra i più attivi detrattori, si sia dimenticato, che fino a 5 mesi fa, faceva parte di quella maggioranza che ha governato le Marche per oltre 40 anni, e che non ha mai proferito parola sul disastro sanitario che si stava perpetuando. Eppure oggi chiede a gran voce che il punto nascite torni a Pesaro, quando è stata la sua maggioranza a decidere la trasformazione del più attrezzato San Salvatore, in ospedale Covid, (con conseguente chiusura o ridimensionamento di reparti fondamentali come, Cardiologia, Neurologia, Ginecologia, Pediatria ecc. ecc.), al posto del Santa Croce di Fano, ospedale ormai depotenziato e spogliato di tutti i reparti essenziali.

Lo stesso Sindaco Ricci, sempre più preso dalla crociata sui tamponi, si dovrebbe ricordare che la nostra Regione ancora a Settembre scorso era tra quelle che facevano meno tamponi a livello Nazionale, se ne facevano 500 al giorno tant’è vero che il primo provvedimento del nuovo Assessore alla Sanità Saltamartini fu quello di quintuplicarli portandoli a 2.500 e oggi viaggiamo oltre i 3.000/3.500 al giorno. Ricordiamo che le esternazioni e proposte giornaliere, in tema sanitario del duo Biancani Vitri, non sono farina del loro sacco , ma bensì sono frutto di tutte le interrogazioni e mozioni del centrodestra, regolarmente ignorate e bocciate nel corso degli anni, proprio da questi signori che oggi vogliono sindacare il lavoro della nuova Giunta Regionale.

Vorremmo infine informare i Consiglieri regionali di minoranza, che le interrogazioni e mozioni sopracitate, sono state depositate nelle mani dell’Assessore alla Sanità già dal primo giorno in cui si è insediato, e sulle quali da subito si è incominciato a lavorare per la loro risoluzione. Si eviti quindi di continuare a far perdere tempo inutile, rallentando i lavori della Giunta Regionale in carica, nel vano tentativo di rifarsi una verginità politica, perché i marchigiani hanno una memoria di ferro e difficilmente scordano.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-02-2021 alle 08:48 sul giornale del 28 febbraio 2021 - 1596 letture

In questo articolo si parla di politica, redazione, pesaro, Fdi Pesaro, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bQfb





logoEV
logoEV