Donne Democratiche Pd: Pesaro non rappresentata in Commissione Pari Opportunità regionale

pd 1' di lettura 21/02/2021 - Storie di assenze e di invisibilità, quelle della politica di genere italiana. Le donne devono lottare costantemente per ottenere la propria rappresentatività nelle istituzioni e nei luoghi dove si prendono le decisioni che riguardano le vite di tutti.

La neo formazione della Giunta regionale Marche vede una sola donna ricoprire il ruolo di assessore, come nella formazione del governo nazionale nel quale solo un terzo dei componenti risultano essere donne.

Da pesaresi e marchigiane che si impegnano giornalmente per la tutela delle Pari opportunità e delle politiche di genere siamo rimaste sgomente nel vedere Pesaro, capoluogo di provincia nonché la seconda città delle Marche non essere rappresentata in Commissione Pari Opportunità regionale. Come se non bastasse e forse per la prima volta, è stata operata la scelta miope e a nostro dire sbagliata di non dare nessuna rappresentanza anche ai Sindacati Confederali all’interno della CPO, che rappresentano centinaia di migliaia di donne lavoratrici, disoccupate e pensionate che da molti anni si battono per i loro diritti e soprattutto per superare vecchie e nuove diseguaglianze, nel lavoro e nella società, tema prioritario di tutela e sviluppo.

Auspichiamo che l’Ufficio di Presidenza e il Consiglio Regionale intervengano prontamente per dare voce e tutela al lavoro femminile ed eleggere la figura rappresentativa e di riferimento di primaria e fondamentale importanza per tutta la città di Pesaro.

Chiediamo inoltre alle consigliere elette, di tenere unite le donne di tutto il territorio e di tutelarne i diritti e le pari opportunità.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-02-2021 alle 05:58 sul giornale del 22 febbraio 2021 - 408 letture

In questo articolo si parla di politica, comunicato stampa, Donne Democratiche PD Pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bO9z





logoEV
logoEV