Scuole sicure, Pd: "Pesaro è già modello regionale"

Screening scuole sicure pesaro 3' di lettura 08/02/2021 - Una progettazione lungimirante che è già esempio da seguire. “Scuole sicure” lo screening a studenti, docenti e personale scolastico delle scuole superiori di secondo grado pesaresi ha ottenuto un feedback molto soddisfacente a riprova di aver organizzato un utilissimo servizio per la salute e il benessere dei ragazzi pesaresi.

Tenere il tracciamento della popolazione soprattutto quella studentesca ricopre un valore fondamentale per la valutazione della diffusione del virus COVID-19. Una risposta che in pochi giorni è arrivata puntuale dalle 367 classi di alunni coinvolti in questa operazione che il Sindaco Matteo Ricci e tutta la giunta comunale sostenuta dalla maggioranza consiliare ha voluto organizzare con la consapevolezza della buona riuscita. Proficua la collaborazione dei dirigenti scolastici e la sinergia tra i partner, primo fra tutti AIL PESARO che in maniera egregia e tempi brevissimi ha messo a disposizione la propria competenza medico-sanitaria, i 50 volontari tra Croce Rossa Italiana e Protezione civile e infine Aspes per la fornitura dei tamponi. Dopo mesi passati in DAD, lontani dai banchi di scuola, dai compagni di classe e dagli insegnanti era indispensabile organizzare un momento di screening per il tracciamento del virus e le dirigenze degli istituti scolastici hanno appoggiato con forza la volontà del Sindaco, ritenendo l’intervento di fondamentale valenza per il benessere e la sicurezza di tutto il comparto scolastico.

Sono 5104 i tamponi complessivamente eseguiti a studenti, docenti e personale ATA a cui vanno aggiunti quelli che i ragazzi fanno periodicamente nelle aziende con l’alternanza scuola-lavoro e con le società sportive. L’intercettazione di 16 positività, conferma la validità dello screening, che ha permesso di isolarli tempestivamente evitando pericolosi contagi nelle classi. Vanno consolidati questi ottimi risultati, tutti gli studenti della Regione Marche dovrebbero ricevere gli stessi trattamenti e assistenza sanitaria dei loro coetanei pesaresi. Pesaro ha seguito la linea già sperimentata in altre realtà marchigiane; ha messo in campo un’importante azione preventiva con i risultati che oggi sono sotto gli occhi di tutti ed andrebbe ripetuta vista anche la grande quantità di tamponi di cui dispone la Regione Marche. È noto il rifiuto pervenuto dall’assessore Saltamartini al progetto “scuole sicure” del Comune di Pesaro, che aveva in un primo momento appoggiato lo screening per poi negarne il consenso inspiegabilmente, con risibili giustificazioni contraddittorie. Per il secondo giro di tamponi si auspica che la giunta regionale guidata dalla destra, metta a disposizione i 600mila tamponi ancora in giacenza nei magazzini e prenda ad esempio il successo dell’operazione pesarese di screening per eseguire con le proprie organizzazioni sanitarie, i test nelle scuole medie e superiori.

L’amministrazione pesarese si è presa carico con le proprie risorse a bilancio, di sopperire al mancato sostegno regionale a questa straordinaria operazione sanitaria, e nel caso dovessero venir meno la disponibilità dei tamponi e delle coperture economiche per il secondo giro di screening, il Sindaco di Pesaro ha già annunciato che proseguirà autonomamente, avendo già la disponibilità economica necessaria e il sostegno di partner di prestigio. È proprio il caso di dire che sono i NO che aiutano a crescere, indubbiamente questa azione di forte volontà politica pesarese al servizio dell’istruzione, ha fatto crescere il grado di sicurezza nelle scuole di Pesaro, che non dovranno certo ringraziare una giunta regionale che si sta dimostrando ogni giorno sempre più lontana dai bisogni dei marchigiani e in particolar modo del territorio pesarese. C’è ancora margine per un ravvedimento, chissà che non possano ancora sorprenderci positivamente e dimostrare con i fatti di essere coesi nella battaglia a questo virus.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-02-2021 alle 12:42 sul giornale del 09 febbraio 2021 - 679 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, Pd pesaro, comunicato stampa, Screening scuole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bM2i