Pd Pesaro: "Un rientro a scuola in sicurezza è sempre stato il nostro obiettivo principale"

studente covid 1' di lettura 23/01/2021 - Potevamo essere una delle regioni più sicure d'Italia in quanto a sicurezza sulle scuole, invece dopo le aperture da parte dell'assessore alla sanità Santamarini di collaborare con il Comune di Pesaro nello screening agli studenti, la Regione decide di buttarla in politica.

Ci chiediamo cosa ne faranno di tutti i tamponi inutilizzati; ci chiediamo perché non collaborare viste le buone intenzioni espresse nelle passate settimane da parte dei consiglieri regionali di maggioranza.

Riteniamo la scuola e la salute dei nostri ragazzi una priorità, e non un tema sul quale fare politica. Una brutta politica, che fa emergere tutti i limiti organizzativi della Giunta regionale di centrodestra, che si dimostra ancora una volta incapace di saper cogliere quali siano le priorità del momento. Incapace di trovarne la veloce soluzione, come poteva essere la convenzione tra Comune e Regione, in un primo tempo appoggiata e poi fatta cadere dalla Giunta Acquaroli.

Ma forse fin dall'inizio l'intenzione era quella di penalizzare la città di Pesaro rispetto ad altre città della regione come Ascoli e San Benedetto, dove la giunta regionale di destra ha messo a disposizione i suoi tamponi. Vien da pensare, dunque, che l’Amministrazione regionale non voglia trovare una facile soluzione a un problema incombente.

Accogliamo con soddisfazione la proposta del nostro sindaco Matteo Ricci, che mette invece al centro l'urgenza di risolvere il problema. Auspichiamo che si possa fare altresì per le altre categorie, senza aspettare i tentennamenti di una Giunta regionale che non sa decidere.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-01-2021 alle 03:08 sul giornale del 24 gennaio 2021 - 280 letture

In questo articolo si parla di politica, pesaro, Pd pesaro, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bKSi





logoEV